Home Cronaca Strage della funivia, gli amici di Roberta: “Sognava di fare il medico...

Strage della funivia, gli amici di Roberta: “Sognava di fare il medico di famiglia”. Lutto cittadino a Triggiano

Un minuto di silenzio questa mattina al centro vaccinale allestito nell’ex-arsenale militare di Piacenza dove anche oggi avrebbe dovuto prestare servizio Roberta Pistolato, la dottoressa di origini baresi ma da anni residente a Piacenza, che assieme al marito Angelo Vito Gasparro, ha perso la vita ieri nel disastro della funivia del Mottarone. In lutto i suoi colleghi: “Sognava di fare il medico di famiglia”, la ricordano. Ieri per tutto il pomeriggio, dopo aver appreso della funivia precipitata, sapendo che Roberta era in vacanza proprio in quei luoghi in occasione del suo compleanno, i colleghi hanno tentato incessantemente di raggiungerla al telefono, trovandolo però muto.

Intanto sui social Antonio Donatelli, sindaco di Triggiano, paese d’origine della coppia, ha annunciato il lutto cittadino. “É difficile gestire un dolore – scrive su Facebook – soprattutto quando arriva senza preavviso per la morte di nostri concittadini. Un dolore che si mescola alla rabbia, perché se morire è fatto naturale della vita, morire a 40 anni, nel giorno del proprio compleanno mentre si è in vacanza, no. Non ci sono molte parole da dire, se non stringerci in silenzio attorno alle famiglie di Roberta e di Angelo Vito, nostri concittadini da sempre, che hanno dato sempre il meglio di se stessi per lasciare il mondo migliore di come lo avevano trovato e che hanno tragicamente perso la vita nella strage di Stresa Mottarone”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui