Home Cronaca Guardia Costiera tra pescherie e ristoranti, sequestrate 5 tonnellate di pesce non...

Guardia Costiera tra pescherie e ristoranti, sequestrate 5 tonnellate di pesce non tracciato e novemila ricci

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Sono 150 gli uomini della Guardia Costiera impegnati i questi giorni per garantire il pieno rispetto di tutte le disposizioni in materia di tracciabilità, etichettatura e tutela degli stock ittici. I controlli hanno riguardato pescherie, ristoranti, grossisti e punti di sbarco del pescato in Puglia, comprendendo anche posti di blocco stradali e in ambito portuale.

 

Durante l’operazione sono state sequestrate oltre 5 tonnellate di prodotto ittico, per la maggior parte privo di tracciabilità, per un valore commerciale stimato di 54mila euro e la conseguente irrogazione di sanzioni amministrative per un totale di 80mila euro circa.

 

Di particolare rilevanza, inoltre, per la tutela e difesa dell’ecosistema marino, è il sequestro di oltre 9mila ricci di mare, di cui è vietata la raccolta e cattura nei mesi di maggio e giugno di ogni anno, in aggiunta a 2 chili e mezzo di datteri di mare con relativa denuncia penale a carico dei trasgressori, responsabili della devastazione del fondale.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui