/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, omicidio Mesuti al Libertà: chiesti 12 anni per un minorenne. Avrebbe istigato a uccidere l'albanese

Bari, omicidio Mesuti al Libertà: chiesti 12 anni per un minorenne. Avrebbe istigato a uccidere l'albanese

La Procura per i Minorenni di Bari ha chiesto la condanna a 12 anni di reclusione per un minorenne barese ritenuto l'istigatore dell'omicidio di Florian Mesuti, il cittadino albanese di 25 anni ucciso nel quartiere Libertà di Bari il 29 agosto 2014. Il ragazzo, all'epoca dei fatti 15enne, avrebbe avuto con la vittima un litigio nei giardinetti antistanti l'oratorio della chiesa del Redentore: stando all'ipotesi accusatoria, avrebbe successivamente istigato la reazione di colui che è considerato l'autore materiale del delitto, Francesco Caldarola, 22 anni, pregiudicato e figlio del boss del quartiere, già condannato in appello a 14 anni di carcere.

 

Secondo le indagini Caldarola avrebbe punito con la morte un affronto di Mesuti, intervenuto per sedare il litigio tra un gruppo di ragazzini. L'uomo è in carcere dal 2 settembre 2014 mentre il minorenne, considerato l'istigatore morale è indagato a piede libero. Le indagini nei suoi confronti sono state coordinate dal pm minorile Gianna Nanna. La sentenza del processo, dinanzi al Tribunale per i Minorenni, è attesa per il 18 settembre.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.