Home Cronaca Bari, ruba denaro dal conto corrente di una cliente: il video che...

Bari, ruba denaro dal conto corrente di una cliente: il video che incastra una dipendente delle Poste

I Carabinieri di Bari hanno arrestato un’incensurata 64enne, impiegata presso un Ufficio Postale di Adelfia come operatrice di sportello, poiché accusata di utilizzo indebito di carta bancomat e prelievo illecito di denaro ai danni di un’anziana signora di 73 anni. La donna, dopo aver ricevuto dalla cliente la tessera bancomat, ha effettuato una prima operazione di prelievo all’insaputa di quest’ultima, mettendo la somma prelevata di 485 euro sotto il banco di lavoro della sua postazione, per poi trasferire il denaro all’interno della propria borsa, custodita nell’armadio alle sue spalle.

 

Successivamente l’arrestata ha reinserito la tessera nel Pos per effettuare l’operazione (un prelievo di mille euro dal quale stornare 485 euro per il pagamento di alcuni bollettini), incurante delle telecamere installate dai Carabinieri che hanno monitorato tutte le fasi della vicenda.

 

Così è scattato il controllo da parte dei militari che hanno trovato e sequestrato la somma di denaro sottratto, oltre a una copiosa documentazione fatta di ricevute ed estratti conto, libretti e tessere bancomat intestate a persone terze in corso di identificazione, tutte potenziali vittime dell’infedele impiegata. Le ulteriori preliminari verifiche presso l’ Ufficio Postale, hanno rivelato altri due recenti casi di prelievi abusivi commessi dalla donna, sempre ai danni della stessa anziana vittima. La 64enne, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stata posta agli arresti domiciliari. I Carabinieri, che hanno ottenuto la piena collaborazione da parte di “Poste Italiane” durante tutte le fasi delle indagini, continuano i loro accertamenti al fine di verificare se la condotta della donna rappresenti o meno un caso isolato. Sempre Poste Italiane comunica in una nota come la donna sia stata immediatamente sospesa dalle attività senza retribuzione.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo