Bari, scoperti 35 chili di "cetrioli di mare" al porto: erano destinati a un ristorante cinese di Riccione

Bari, scoperti 35 chili di "cetrioli di mare" al porto: erano destinati a un ristorante cinese di Riccione

I funzionari dell’Ufficio delle Dogane, nell’ambito dell’intensa attività di controllo sui passeggeri in transito presso il porto di Bari, hanno scopeto e rimandato nel paese d'origine ben 35 chili di di oloturie essiccate, destinate a un ristorante cinese di Riccione.

 

Le oloturie, dette anche “cetrioli di mare”, sono considerate una prelibatezza della cucina orientale, ed erano nascoste in un borsone appartenente a un passeggero di nazionalità albanese. La merce, ritenuta non idonea dal Punto di ispezione frontaliera del Ministero della Salute, è stata prontamente respinta nel paese d’origine, in quanto non corredata della prescritta documentazione a tutela della salute pubblica.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.