/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Il finto "ragazzo della frutta" è l'incubo dei baresi: pretende soldi e aggredisce chi si rifiuta

Il finto "ragazzo della frutta" è l'incubo dei baresi: pretende soldi e aggredisce chi si rifiuta

“Sono il ragazzo della frutta”. Con questa frase induce ignari cittadini a farsi aprire i portoni delle abitazioni ma non vende nulla, a quanto pare. O meglio, solo in qualche occasione sarebbe stato avvistato con buste piene di frutti. In realtà pretenderebbe soldi, una sorta di elemosina che sa di estorsione, dati i modi violenti del giovane che da un po’ di tempo a questa parte è diventato l’incubo dei baresi.

 

Che si tratti di abitazioni private o di agenzie, studi legali ed esercizi commerciali, poco importa. Questo ragazzo, che sembra avere poco più di vent’anni, sta terrorizzando mezza città perché ogniqualvolta riceve una risposta negativa partono gli insulti e, a volte, le aggressioni fisiche. Sono tantissime le segnalazioni su di lui giunte alla Polizia.

 

L’ultimo episodio questa mattina in uno studio legale di Bari quando l’uomo è riuscito a intrufolarsi usando la scusa della frutta a domicilio. Un avvocato ha provato a chiedergli di uscire dalla sua stanza provocando la reazione dell’uomo che avrebbe provato a colpirlo con pugni in faccia, senza riuscire nel suo intento e, non contento, avrebbe minacciato di “accoltellarlo”. Nel panico generale e la preoccupazione dei presenti per fortuna il soggetto, che potrebbe avere qualche problema psichico, è stato allontanato dallo studio senza che causasse lesioni ai presenti né a se stesso.

 

La Polizia è stata chiamata immediatamente e, secondo le prime indiscrezioni raccolte, sembra che si tratti di un ragazzo residente a Bari, già denunciato per episodi simili. Abbiamo appreso che in un’altra occasione sarebbe riuscito a entrare in un appartamento perché ad aprirgli la porta di casa sarebbe stato un bambino. Solo in un secondo momento la madre del piccolo sarebbe riuscita a cacciare l’intruso. Non si tratta di un singolo episodio, dunque. Le segnalazioni sono tantissime, soprattutto nel quartiere murattiano. Si tratta di una persona potenzialmente pericolosa che va fermata al più presto, per la sua incolumità e per quella degli altri.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.