Home Cronaca Caccia al cinghiale nel parco dell’Alta Murgia tra Altamura e Toritto: tre...

Caccia al cinghiale nel parco dell’Alta Murgia tra Altamura e Toritto: tre denunce. Sequestrati fucile e laccio d’acciaio

Tre bracconieri sono finiti nella rete dei militari operanti all’interno del parco dell’Alta Murgia che da tempo attenzionavano un’area boschiva, oggetto di fenomeni di bracconaggio al cinghiale, nel territorio di Altamura e Toritto.

 

I monitoraggi e le perlustrazioni, effettuati anche con l’ausilio di videocamere, hanno permesso di individuare in una zona di transito degli animali, l’installazione di alcuni “lacci”: rudimentali cappi costituiti da cavi di acciaio in grado, al passaggio, di intrappolare o strangolare l’animale. Proprio attorno a questi lacci, di volta in volta predisposti per la cattura, è stato notato un movimento in precise ore della giornata che ha condotto i militari a sorprendere sul posto tre soggetti, uno dei quali in possesso di arma ad uso caccia e munizioni.

 

Fucile e munizioni, unitamente al laccio occultato, sono stati posti sotto sequestro mentre i tre uomini sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria di Bari per il reato di esercizio venatorio in area naturale protetta con mezzi non consentiti e per l’introduzione di armi non consentita in area protetta.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo