/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, benzinaio rapinato dieci volte in due mesi: tra i malviventi anche un “fantasma” – IL VIDEO

Bari, benzinaio rapinato dieci volte in due mesi: tra i malviventi anche un “fantasma” – IL VIDEO

Un uomo con un lenzuolo in testa travestito da fantasma. Un altro che fugge in bicicletta. E un terzo che scappa a bordo di un autobus. Sembrerebbe una barzelletta, invece da ridere c’è ben poco. Si tratta infatti di rapine a mano armata. Dieci dal mese di agosto. Tre negli ultimi due giorni. Così tante che ormai in ufficio c’è l’abitudine di segnarle sul calendario. L’ultima è stata alle tre di stanotte, col copione che si ripete ancora una volta e le minacce ai poveri dipendenti, che adesso non ne possono più è chiedono la presenza delle forze dell’ordine. A nulla sono servite finora le denunce alle autorità competenti, con tanto di immagini riprese dalle videocamere di sorveglianza. I titolari stanno seriamente pensando di abbandonare l’attività. Non ci si può abituare a questi episodi, sopratutto se in gioco c’è la vita dei propri dipendenti. Intanto invieranno una lettera al Questore per chiedere un immediato intervento.

Bari, benzinaio rapinato dieci volte in due mesi: tra i malviventi anche un “fantasma” – IL VIDEO
Watch the video

Bari, benzinaio rapinato dieci volte in due mesi: tra i malviventi anche un “fantasma” – IL VIDEO

Un uomo con un lenzuolo in testa travestito da fantasma. Un altro che fugge in bicicletta. E un terzo che scappa a bordo di un autobus. Sembrerebbe una barzelletta, invece da ridere c’è ben poco. Si tratta infatti di rapine a mano armata. Dieci dal mese di agosto. Tre negli ultimi due giorni. Così tante che ormai in ufficio c’è l’abitudine di segnarle sul calendario. L’ultima è stata alle tre di stanotte, col copione che si ripete ancora una volta e le minacce ai poveri dipendenti, che adesso non ne possono più è chiedono la presenza delle forze dell’ordine. A nulla sono servite finora le denunce alle autorità competenti, con tanto di immagini riprese dalle videocamere di sorveglianza. I titolari stanno seriamente pensando di abbandonare l’attività. Non ci si può abituare a questi episodi, sopratutto se in gioco c’è la vita dei propri dipendenti. Intanto invieranno una lettera al Questore per chiedere un immediato intervento.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.