/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, Vigile preso a schiaffi da poliziotto all'esterno di una scuola: lite per un presunto ladro in via Suppa

Bari, Vigile preso a schiaffi da poliziotto all'esterno di una scuola: lite per un presunto ladro in via Suppa

Qualificatosi come poliziotto fuori servizio ma senza mostrare il distintivo avrebbe preso a schiaffi un Vigile Urbano, “reo” di non aver voluto identificare un ragazzo accusato dallo stesso agente di aver provato a rubare la sua auto. La vicenda, raccontata dalla Gazzetta del Mezzogiorno, è avvenuta in via Suppa, nelle vicinanze dell’Ateneo, all’esterno della scuola elementare Mazzini.

 

Secondo quanto appreso il Vigile Urbano sarebbe stato avvicinato dal suo presunto aggressore e avvisato della presenza di un giovane che stava guardando con fare sospetto all’interno di un’auto parcheggiata. L’agente della Municipale, avvicinatosi al ragazzo in questione, uno studente Erasmus, ha chiesto spiegazioni. Lo straniero avrebbe raccontato di essere uscito a fare jogging e di essersi fermato a riposare appoggiandosi alla vettura del poliziotto.

 

Qui il diverbio. Il Vigile avrebbe detto all'agente di Polizia di potergli dare supporto ma che comunque avrebbe dovuto procedere lui stesso all’identificazione, chiamando i rinforzi. Un atteggiamento che pare abbia mandato su tutte le furie l’agente in borghese il quale, irritato, avrebbe fatto partire uno schiaffo in pieno viso all’uomo della Municipale. Un ceffone che gli ha causato un trauma con interessamento del timpano, così come refertato dai medici del Pronto soccorso.

 

A stemperare gli animi ci hanno pensato i Carabinieri, giunti sul posto, che con ogni probabilità visioneranno le immagini di videosorveglianza delle telecamere in zona per capire la reale versione dei fatti. La discussione tra i due, comunque, probabilmente continuerà per vie legali.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.