/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Canosa, blitz dei Carabinieri in contrada Erba dei Preti: scoperte 7mila piante di marijuana. Un arresto - VIDEO

Canosa, blitz dei Carabinieri in contrada Erba dei Preti: scoperte 7mila piante di marijuana. Un arresto - VIDEO

Nella mattinata di ieri a Canosa i Carabinieri hanno arrestato un 36enne barlettano, agricoltore, in flagranza del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti. In particolare il 36enne è stato il conduttore di un fondo rurale di Canosa, in contrada Erba dei Preti, adibito a coltivazione di una piantagione di marijuana con annesso un vero e proprio opificio per la lavorazione ed essicazione delle piante.

 

Il sito si è così rivelato un vero e proprio centro di produzione della droga. I Carabinieri hanno rinvenuto in cinque differenti serre: 3000 piante di un’altezza media tra i 40 centimetri ed i 4 metri, oltre a 4000 steli in essicazione di un’altezza media di un metro e mezzo, ulteriori 65,5 chili di sostanza in essicazione su tavoli, 55 chili di vegetale in influorescenza in attesa di essere essiccato e 64,79 chili di sostanza stupefacente già confezionata e pronta per la vendita.

 

La droga e il materiale rinvenuto per la coltivazione sono stati sequestrati su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’arrestato è stato associato presso il carcere di Trani.

Canosa, blitz dei Carabinieri in contrada Erba dei Preti: scoperte 7mila piante di marijuana. Un arresto - VIDEO
Watch the video

Canosa, blitz dei Carabinieri in contrada Erba dei Preti: scoperte 7mila piante di marijuana. Un arresto - VIDEO

Nella mattinata di ieri a Canosa i Carabinieri hanno arrestato un 36enne barlettano, agricoltore, in flagranza del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti. In particolare il 36enne è stato il conduttore di un fondo rurale di Canosa, in contrada Erba dei Preti, adibito a coltivazione di una piantagione di marijuana con annesso un vero e proprio opificio per la lavorazione ed essicazione delle piante.

 

Il sito si è così rivelato un vero e proprio centro di produzione della droga. I Carabinieri hanno rinvenuto in cinque differenti serre: 3000 piante di un’altezza media tra i 40 centimetri ed i 4 metri, oltre a 4000 steli in essicazione di un’altezza media di un metro e mezzo, ulteriori 65,5 chili di sostanza in essicazione su tavoli, 55 chili di vegetale in influorescenza in attesa di essere essiccato e 64,79 chili di sostanza stupefacente già confezionata e pronta per la vendita.

 

La droga e il materiale rinvenuto per la coltivazione sono stati sequestrati su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’arrestato è stato associato presso il carcere di Trani.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.