/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

In carcere per stalking continua a terrorizzare l'ex moglie, 49enne di Acquaviva sconta la pena e finisce di nuovo in manette

In carcere per stalking continua a terrorizzare l'ex moglie, 49enne di Acquaviva sconta la pena e finisce di nuovo in manette

Già condannato a un anno di reclusione per atti persecutori nei confronti dell’ex moglie e rinchiuso nel carcere di Taranto, un 49enne di Acquaviva, una volta fuori dalla casa circondariale, è stato nuovamente arrestato dai Carabinieri per lo stesso reato. Il soggetto, infatti, non vedeva l’ora di espiare la pena per riprendere la relazione con l’ex compagna.

 

Durante il periodo di detenzione ha inviato numerose lettere alla vittima, dal tenore persecutorio e ossessivo. Ha dimostrato di essere a conoscenza dei particolari della vita privata e ha continuato a minacciarla pesantemente di ritorsioni, rivelando che, una volta tornato libero, avrebbe continuato a seguirla e a farle del male. P

 

er questi motivi la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, considerato che l’aggressore ha dimostrato di non aver alcuna capacità di autocontrollo e di contenimento, neanche durante il periodo di detenzione in carcere, e considerato il pericolo di reiterazione criminosa, ha chiesto ed ottenuto dal GIP l’ulteriore misura restrittiva.

 

Il 49enne, una volta scarcerato dal carcere di Taranto, è stato quindi immediatamente arrestato dai Carabinieri di Acquaviva e condotto nella Casa Circondariale di Bari, dove resterà a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.