/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Minacciava e derubava giovani di Corato, preso il 19enne Michele "Topolino" Patruno: era a capo di una gang di delinquenti

Minacciava e derubava giovani di Corato, preso il 19enne Michele "Topolino" Patruno: era a capo di una gang di delinquenti

È stato arrestato a Corato il 19enne Michele Patruno, soprannominato “Topolino”, già ai domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico, perché ritenuto responsabile di estorsione e tentata estorsione. Il ragazzo, secondo la Polizia, era a capo di un gruppo di giovanissimi delinquenti che seminavano il terrore nei luoghi più frequentati del paese.

 

 

Quelle della banda erano, secondo quanto appreso, delle vere e proprie incursioni nel centro storico; luogo in cui, sotto minaccia di percosse, si facevano consegnare dalle vittime oggetti preziosi e denaro contante. Emblematiche due tentate estorsioni. Durante la prima il 19enne avrebbe costretto un ragazzo a consegnargli oggetti preziosi che la stessa vittima ha sottratto alla nonna materna. Il giovane, impossessatosi dei monili in oro, ossia una fascetta, un collier, due anelli, un orecchino e una collana, le avrebbe consegnate a Patruno che, successivamente, si sarebbe recato in uno dei negozi “Compro Oro”, dove avrebbe venduto i gioielli per riscuotere le somme di denaro.

 

In un’altra occasione invece, risalente a maggio dello scorso anno, avrebbe costretto un altro giovane a mostrargli il contenuto del suo portafogli e, dopo aver constatato l’assenza di denaro, avrebbe minacciato di picchiarlo. Michele Patruno è stato così arrestato e condotto nel carcere di Trani, dove resterà a diposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.