/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, maxi operazione antidroga dei Carabinieri: smantellato gruppo criminale attivo nell'hinterland

Bari, maxi operazione antidroga dei Carabinieri: smantellato gruppo criminale attivo nell'hinterland

Un centinaio di Carabinieri, con l'ausilio di un elicottero e di unità cinofile, stanno eseguendo in Puglia diverse ordinanze di custodia cautelare emesse dal Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di presunti componenti un gruppo criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti. L'organizzazione sarebbe attiva nei comuni di Trani (Barletta-Andria-Trani) e Palo del Colle (Bari). L'operazione avviene nell'ambito di indagini iniziate dalla Compagnia Carabinieri di Trani nel 2016, mediante pedinamenti e intercettazioni, che hanno evidenziato come la banda gestisse le più fiorenti piazze di spaccio alimentandole, in maniera costante, con grossi quantitativi di hashish, marijuana, cocaina ed eroina e procurandosi guadagni di diverse migliaia di euro al giorno.

 

I Carabinieri hanno proceduto alla notifica di un provvedimento emesso dal GIP del Tribunale tranese, su richiesta della competente Procura della Repubblica, nei confronti di 20 persone, ritenute responsabili, in concorso ed in via continuata, di spaccio e detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. La misura ha prescritto la sottoposizione di 4 persone alla custodia cautelare in carcere, di 6 persone alla misura degli arresti domiciliari e delle restanti 10 persone alla misura dell’obbligo di dimora.

 

Nel corso delle investigazioni, condotte attraverso attività tecniche e di osservazione, controllo e pedinamento, è stata comprovata la materiale disponibilità di droghe “leggere” e “pesanti”, facendo registrare nuovamente una significativa diffusione dell’eroina, convenzionalmente denominata “Angela” nelle conversazioni intercettate. L’inchiesta ha anche documentato come gli indagati dimostrassero spiccata propensione a delinquere atteso il continuo utilizzo di utenze fittiziamente intestate a terzi, oltre che di un linguaggio volutamente criptico, per evitare le “attenzioni” dell’Arma.

 

L’inchiesta, nel corso della quale è stato ipotizzato che il gruppo riuscisse a capitalizzare circa duemila euro al giorno dalle vendite illecite, ha consentito infine di individuare le figure di primo piano della banda in Francesco pace e Giacomo Geronimo, nonché nei fratelli Claudio e Roberto Bufano, tutti originari di Palo del Colle e già ristretti per cause affini a quelle oggetto di contestazione, elementi emergenti nel panorama malavitoso della zona, capaci di approvvigionare stupefacenti e di gestire una rete di decine di spacciatori.

 

L’attività investigativa ha permesso, tra l’altro, trarre in arresto in flagranza di reato 10 persone, denunciarne in stato di libertà altre 10, segnalare all’autorità Prefettizia 8 persone e sequestrare complessivamente circa 200 grammi di eroina, cocaina, hashish e marijuana già nella fase delle indagini.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.