/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Triplice omicidio al San Paolo e del boss Caracciolese, confermate condanne per i sicari

Triplice omicidio al San Paolo e del boss Caracciolese, confermate condanne per i sicari

Sono diventate definitive le condanne inflitte con rito abbreviato nei confronti dei responsabili dell'omicidio del boss del quartiere San Pasquale di Bari Giacomo Caracciolese, ucciso il 5 aprile 2013, del triplice omicidio del quartiere San Paolo del 19 maggio 2013, in cui furono uccisi a colpi di Kalashnikov Vitantonio Fiore, Antonio Romito e Claudio Fanelli, e del tentato omicidio del pregiudicato Domenico Cantalice.

 

La Corte di Cassazione ha rigettato i ricorsi di accusa e difese e ha confermato le condanne inflitte in secondo grado: 18 anni di reclusione per il pregiudicato Donato Cassano, reo confesso dell'omicidio Caracciolese e 20 anni di reclusione per Nicola Fumai, tra i sicari del triplice omicidio.

 

Non è ancora definitiva, invece, la pena inflitta nei confronti di Antonio Moretti, reo confesso del triplice omicidio, condannato con rito ordinario dalla Corte di Assise di Appello a 30 anni di reclusione. Per il tentato omicidio Cantalice confermate le condanne a 10 anni per Vito De Tullio, a 8 anni per Luigi Milloni, a 7 anni e 4 mesi per Vito Milloni e Michele Lanave.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.