/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bitonto, controlli a tappeto di Polizia e Carabinieri: centro storico al setaccio

Bitonto, controlli a tappeto di Polizia e Carabinieri: centro storico al setaccio

Un’operazione congiunta di Polizia di Stato e Carabinieri è in atto in questi minuti a Bitonto. Nell’ambito delle indagini scaturite per comprendere i dettagli delle dinamiche malavitose che hanno portato all’agguato avvenuto lo scorso 30 dicembre, in cui è stata uccisa l’84enne Anna Rosa Tarantino ed è stato ferito il 20enne Giuseppe Casadibari, le forze dell’ordine sono al lavoro in tutta la città con l'utilizzo di un elicottero e di unità cinofile. Agenti e militari, in tutto un centinaio di uomini, stanno passando al setaccio in modo particolare le strade del centro storico, alcune delle quali chiuse per l’occasione, con perquisizioni personali e domiciliari.

 

Le operazioni nella zona ex 167 poi hanno visto l’attenzione delle forze dell’ordine soffermarsi in particolare su alcuni immobili ubicati in via Sandro Pertini ed occupati da soggetti ritenuti contigui ad uno dei gruppi criminali operanti su Bitonto e attivi soprattutto nello spaccio di sostanze stupefacenti, come già conclamato proprio dai recenti sequestri di consistenti quantitativi di cocaina, marijuana ed hashish, già suddivisa in dosi pronte per lo spaccio e dai conseguenti arresti in flagranza di reato.

 

In una delle prime perquisizioni, nei pressi dei citofoni dell’ingresso di uno degli stabili e nelle parti comuni dello stesso, sono state rinvenute e sequestrate alcune microtelecamere nascoste collegate attraverso un sofisticato sistema ad un televisore che si trova all’interno del salotto di uno degli appartamenti. Sequestrate altresì somme contanti in banconote di vario taglio, ammontanti ad alcune migliaia di euro, ritenute provento dell’attività di spaccio.

 

Rinvenute e sequestrate, inoltre, alcune dosi di marijuana nonché cellulari ed apparati di trasmissione wireless in quanto ritenuti utilizzati per lo spaccio di stupefacenti. Durante l’attività, ancora in corso, sono state identificate numerose persone con precedenti penali e di polizia per vari reati, anche di tipo associativo.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.