Home Cronaca Bari, giornalista del Tg1 aggredita al Libertà. Il procuratore Volpe: “In quel...

Bari, giornalista del Tg1 aggredita al Libertà. Il procuratore Volpe: “In quel quartiere lo Stato non è assente”

“Appresa la notizia ho ritenuto di raggiungere la giornalista presso il pronto soccorso del Policlinico per accertarmi delle sue condizioni e dimostrarle la vicinanza e la solidarietà dell’istituzione da me rappresentata”. Il Procuratore della Repubblica di Bari, Giuseppe Volpe, interviene sulla questione relativa all’aggressione subita dalla giornalista del Tg1 Maria Grazia Mazzola mentre era impegnata in un’inchiesta sulle baby gang e la criminalità in Puglia che sviluppava nel quartiere Libertà di Bari.

 

“Il gesto mi è parso doveroso nei confronti della collettività – scrive Volpe -, particolarmente quella che nel quartiere opera quotidianamente per l’affermazione della legalità. Il messaggio ‘qui comandiamo noi e non consentiamo all’informazione pubblica di venire a infilare il naso’, che con quel gesto violento si voleva far passare, andava smentito con immediatezza da chi è chiamato a reprimere l’illegalità. Il Libertà è e deve essere patrimonio di tutti. Segnatamente dei tanti cittadini per bene che vi abitano e vi operano. Degli imprenditori che coraggiosamente hanno denunciato il pizzo. Dell’amministrazione comunale impegnata nella riqualificazione. Della chiesa del Redentore, che è vicina ai giovani educandoli al rispetto delle regole della civile convivenza e sottraendoli alle grinfie della criminalità. Si deve perciò avere fiducia: in quell’area della città lo Stato non è assente e lo dimostrano i tanti arresti eseguiti negli ultimi due anni”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo