/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, provò a uccidere Nicola "O'americano" in un circolo di Japigia: arrestato 3 anni dopo il presunto responsabile

Bari, provò a uccidere Nicola "O'americano" in un circolo di Japigia: arrestato 3 anni dopo il presunto responsabile

Tre anni dopo il tentato omicidio di Nicola Cisternino, il 51enne detto “O’americano”, è stato arrestato nella giornata di ieri il presunto responsabile dell’agguato. Si tratta del 26enne Cristian Lovreglio, ritenuto vicino al clan Parisi di Japigia, poiché legato da vincoli di parentela al boss “Savinuccio”.

 

Il 5 marzo del 2015 la vittima fu colpita all’addome da alcuni colpi d’arma da fuoco mentre si trovava all’interno del circolo ricreativo “F.C. Barcellona”. Le indagini avevano consentito di raccogliere gravi e elementi di responsabilità a carico del 26enne che hanno permesso all’Autorità Giudiziaria inquirente di richiedere l’emissione di una misura cautelare restrittiva della libertà personale, poi confermata dalla Cassazione che, lo scorso 6 febbraio ha dichiarato l’inammissibilità del ricorso presentato dallo stesso.

 

Secondo quanto ricostruito, con la plateale esplosione dei colpi nei confronti di Cisternino, Lovreglio avrebbe voluto affermare la propria caratura criminale, incrinata da affronti personali non dimenticati, presentandosi nel circolo e affrontando la vittima a volto scoperto e in presenza di molte persone. Sono in corso nuovi accertamenti volti a ricostruire l’esatta dinamica e ad accertare le responsabilità relative all’esplosione di numerosi colpi di arma da fuoco con una mitraglietta, avvenuta, in pieno giorno, il successivo 18 marzo 2015, ai danni del Circolo ricreativo “U.C. Japigia”, considerata una risposta al grave agguato nei confronti di Cisternino.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.