/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Parco Nazionale dell’Alta Murgia, trasformazione abusiva di un pascolo: sequestrati 10 ettari a ridosso del Castel del Monte

Parco Nazionale dell’Alta Murgia, trasformazione abusiva di un pascolo: sequestrati 10 ettari a ridosso del Castel del Monte

Una vasta area di terreno naturale e pascolivo trasformata per impiantare un giovane mandorleto intensivo. La recente modifica non è sfuggita ai controlli dei Carabinieri Forestali che hanno sequestrato 10 ettari a ridosso del Castel del Monte e denunciato il titolare per violazione alla normativa ambientale. Il terreno è sito in località “Masseria D’Ursi”, in agro di Andria.

Gli accertamenti in campo della Forestale, nonché l’utilizzo di sistemi ortofotografici, hanno permesso di appurare che l’area fino al 2016 conservava ancora le caratteristiche di naturalità, presentandosi quale terreno pascolivo e ospitante la caratteristica vegetazione pseudo steppica delle murge. Successivamente a tale data, risulta essere avvenuta una radicale trasformazione attraverso la frantumazione e scarificazione del suolo naturale, con un suo evidente cambio d’uso, il tutto finalizzato all’impianto del giovane mandorleto.

L’intera superficie è stata posta sotto sequestro preventivo e il proprietario, residente ad Andria, è stato denunciato.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.