Home Economia Errori medici: quali sono i diritti dei cittadini

Errori medici: quali sono i diritti dei cittadini

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.”
È questo l’articolo 32 della Costituzione italiana che nasce con l’obiettivo preciso di garantire la tutela della salute per i cittadini. Un aspetto che potrebbe sembrare scontato ma che, nella realtà, non è sempre così immediato. Sono tanti gli errori medici che si registrano con evidenti ripercussioni sulla salute dei cittadini: i cosiddetti casi di malasanità che si possono riscontrare per diagnosi, cura ed assistenza.
Chi subisce un errore di questo tipo si trova spesso e volentieri lasciato solo a se stesso senza sapere concretamente cosa fare. Un errore medico può generare danni fisici e morali anche piuttosto importanti; si parla soprattutto di alcuni campi come ortopedia, oncologia, ginecologia, odontoiatria, emergenze a pronto soccorso. Queste le aree nelle quali si registra il numero più alto di errori medici.
Purtroppo i numeri su questa criticità non accennano a diminuire ed anzi se analizzati a fondo testimoniano una presenza più marcata in determinate aree del paese. Come il sud Italia, da sempre più esposto ad episodi di questo genere. La Puglia è un esempio lampante di errori medici, come ci conferma il dott. Daniele Viola, che con il suo sito www.risarcimentosalute.it segue casi di danni da malasanità e amianto in tutta Italia con oltre 30 legali e 50 sedi. Presente anche in Puglia, nello specifico a Bari, ci conferma la situazione del territorio pugliese:

“La domanda che ci si pone è la seguente: bisogna ammettere che nella Regione Puglia e quindi anche a Bari, si verificano vari casi di malasanità ? L’etica e la coscienza mi obbligano a confermare che la terra pugliese ed il suo capoluogo di regione ha avuto sicuramente qualche problema, in quanto abbiamo ricevuto e riceviamo varie segnalazioni ogni anno di presunto errore medico; i cittadini vogliono conosce i propri diritti da malati mal curati e si sentono vittime di negligenze ospedaliere”.

Ma cosa fare quando ci si trova a dover fronteggiare un episodio di malasanità? Se si parla di un qualcosa di grave il consiglio è proprio quello di rivolgersi ad un legale specializzato in questo settore. Importante poi mettere da parte tutta la documentazione riguardante la prestazione sanitaria, quindi dalla diagnosi ai referti. Se l’errore commesso è palese è possibile agire per vie legali richiedendo il giusto risarcimento.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo