/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Exploit di presenze turistiche in Puglia: forte Brand digitale come chiave del successo

Exploit di presenze turistiche in Puglia: forte Brand digitale come chiave del successo

Secondo i dati diffusi dall’Osservatorio del Turismo della Regione Puglia relativi ai flussi turistici dei primi 10 mesi del 2016, la Puglia ha nettamente migliorato i risultati del 2015, sia in termini di arrivi ( + 6,4% e ben 3 milioni di ingressi) sia in termini di presenze turistiche ( + 3,3 con 12,9 milioni di pernottamenti), confermandosi una delle regioni italiane in cima ai sogni dei turisti stranieri.

Tra le ragioni principali di questo straordinario successo va sicuramente sottolineata una maggior valorizzazione delle attrattive turistiche (si pensi alle località balneari, i percorsi naturalistici e la gastronomia locale), punti di forza importanti per questa Regione nel panorama turistico mondiale. Il valore del patrimonio naturalistico-culturale in Puglia è innegabile, ma quanto ha influito la capacità di saperlo promuovere?

Sappiamo ormai che con la diffusione del web associato al maggior utilizzo e dei social media, il comportamento di tutti i consumatori è radicalmente cambiato, soprattutto quello di turisti e viaggiatori. La Puglia, nello specifico Puglia Promozione (Agenzia Regionale del Turismo) risulta essere una delle regioni italiane che ha investito di più nella creazione di una Digital Brand e, non a caso, i risultati non si sono fatti attendere. Negli ultimi anni infatti, il Brand Puglia è riuscito a costruire una community online molto attiva, con numeri che vanno oltre i 300 000 tra fan e follower solo tra i principali social media.

#WeAreInPuglia il segno distintivo

La regione è riuscita a costruire un’identità digitale così forte e presente, che #WeAreinPuglia risulta essere l’unico topic online nel settore turistico tra i primi 10 più digitati su Twitter nei mesi di Luglio, Agosto e Settembre. TURISMO E DIGITAL STRATEGY Non servono ulteriori conferme per affermare che l’industria turistica è cambiata. Fino a qualche anno fa, infatti, i siti web del settore fungevano da semplici vetrine, mentre oggi per vendere un prodotto turistico è necessario, non solo è necessario partire da un un sito web ben ottimizzato, ma anche da una digital strategy con obiettivi chiari. Di risposta al cambiamento del mercato turistico, le aziende del settore hanno iniziato a porre la giusta attenzione verso l’economia digitale già da diversi anni.

Sono numerosi ormai i gestori di agriturismi, masserie e strutture ricettive che non vogliono farsi trovare impreparati e stanno lavorando al rafforzamento del loro Brand attraverso il posizionamento online e la creazione di uno storytelling di qualità e virale. La strategia digitale di un’azienda turistica, piccola o media che sia, rappresenta il punto d’incontro tra il territorio che rappresenta (offline) e il racconto delle esperienze da raccontare (online).

Local Marketing e storytelling nelle strutture ricettive

Attraverso lo storytelling online, le aziende sono in grado di creare delle community di estimatori che vengono di volta in volta intercettati e a loro volta creano dei passaparola virali. Percepita positivamente, l’esperienza digitale veicolata può trasformare qualsiasi utente in potenziale turista stimolato a vivere l’esperienza stessa. “THINK GLOBALLY, ACT LOCALLY” “Pensa globale, agisci locale”. Una strategia di successo non può che partire da questo mantra che rappresenta a pieno al Glocalizzazione. Ovvero un business model basato su una buona presenza in rete associata ad azioni sul territorio locale, conosciute anche come attività di Local marketing. Le attività di Local Marketing sono quell’insieme di strategie, online e offline, utili a promuovere la propria azienda e vendere il proprio prodotto anche a livello locale. Va da sé che per una struttura ricettiva locale il local marketing rappresenta un aspetto fondamentale del proprio business.

Pensiamo alle masserie e agli agriturismi in Puglia, che lavorano molto bene nei periodi di alta stagione, ma che hanno il problema di non riuscire ad avere gli stessi flussi durante gli altri periodi dell’anno. Queste hanno dunque come obiettivo quello di destagionalizzare la loro offerta nelle medie stagioni attraverso la diversificazione del prodotto, puntando anche al turismo indoor e attirando anche utenti “più vicini” che viaggiano nel weekend e durante e le vacanze brevi. Due esempi pratici di come una strategia digitale ben definita possa portare a buoni risultati in termini di brand e vendite, le ritroviamo in due realtà locali che operano nel turismo ricettivo: Masseria Il Frantoio e Amastuola Wine Resort, due realtà diverse nei loro punti di forza ma con dei brand digitali molto affermati nella Puglia turistica, sia nel turismo incoming che in quello indoor. Masseria il Frantoio, è una dimora storica localizzata ad Ostuni, molto ricercata online dagli amanti dello slow tourism provenienti da tutto il mondo. Amastuola Wine Resort invece, localizzata a Crispiano, è una delle aziende più in Puglia digitate dai wine lovers e i viaggiatori dell’enoturismo.

4 consigli pratici per promuovere il proprio brand e vendere a livello locale.

  1. NAP – Rendere la propria azienda presente online e facilmente raggiungibile assicurandosi che Nome, Indirizzo e Telefono (conosciuti come appunto NAP) siano alla portata di ogni potenziale utente. Google My Business in tal senso è sicuramente un ottimo punto di partenza, in quanto dà la possibilità di creare una semplice scheda dedicata alla propria attività “offline”.
  2. GO MOBILE – Per un’azienda che opera localmente è fondamentale ormai investire su contenuti ottimizzati per mobile, fruibili ovunque e su qualsiasi device. Dati alla mano, gran parte degli utenti mobile consulta la rete prima di entrare entrare in negozio e il 76% dei consumatori che effettua queste ricerche visita lo shop fisico entro 24 ore successive!
  3. GO SOCIAL – La forza del Brand passa soprattutto da una comunicazione digitale integrata, che parte dal proprio sito web per poi venire supportata dai social media e e-mail marketing. La creazione di una newsletter a misura di utente ed uno storytelling efficace sui social media sono gli strumenti più efficaci per valorizzare il prodotto online e offline.
  4. COMMUNITY ED EVENTI – Organizzare eventi locali per la propria comunità di estimatori è il modo più semplice per mantenere un contatto diretto con loro e accrescere il proprio brand a livello territoriale. Dopo l’expoit delle vendite online, si è tornati con forza anche a stringere relazioni a livello locali, facendo acquisti nei dintorni dove si è instaurata una relazione di fiducia. Sono tante le attività e le best practice per poter creare la giusta sinergia tra marketing online e in shop, saremmo contenti di ricevere vostri commenti e domande per discuterne insieme.
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.