Home Cronaca Associazione finalizzata al traffico di droga: arresti a Barletta. Indagine avviata nel...

Associazione finalizzata al traffico di droga: arresti a Barletta. Indagine avviata nel 2009

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Dalle prime ore di questa mattina i carabinieri di Bari, supportati dal reparto speciale Cacciatori di Puglia, cani antidroga ed elicotteri, hanno eseguito 21 ordinanze di custodia cautelare, di cui 12 in carcere e 9 ai domiciliari,nei confronti di pregiudicati di Barletta ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Le misure restrittive sono state concesse dal Gip di Bari, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, a seguito di una specifica attività investigativa nata nel 2009 dalle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia e da numerosi riscontri eseguiti dai militari che, nel tempo, hanno portato al sequestro di considerevoli quantitativi di droga e all’arresto in flagranza di reato di oltre 20 persone per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Le dichiarazioni del collaboratore di giustizia, infatti, furono prodromiche a una lunga serie di attività tecniche e dinamiche svolte dai Carabinieri che consacrarono, anche con il contributo di ulteriori quindici collaboratori di giustizia fornito tra l’agosto del 2011 e il maggio del 2017, l’esistenza e l’operatività in città di quattro principali gruppi di spaccio capeggiati rispettivamente: il primo, dai fratelli Albanese detti “i vaccari”, il secondo da Luigi Lombardi detto “Gino Melon”, Ruggiero Lattanzio inteso “Rino non lo so” (rimasto ucciso in via Dicuonzo lo scorso 15 gennaio) e Luigi Marchisella, il terzo capeggiato da Cosimo Damiano Cannito detto Mimmo, ed infine il quarto gruppo organizzato dai fratelli Sarcina. Gruppi che si erano suddivisi le piazze di spaccio della città commercializzando ogni tipo di sostanza stupefacente.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui