Home Politica Punta Perotti, Altini (Psi): “Cittadini non devono pagare per gli errori altrui”

Punta Perotti, Altini (Psi): “Cittadini non devono pagare per gli errori altrui”

Il giorno dopo la decisione della Corte di Strasburgo che ha condannato l’Italia per la ‘confisca illegittima” di Punta Perotti, a Bari, il Psi interviene sulla questione ritenendo che i responsabili si stiano “sottraendo pretestuosamente alle proprie responsabilità”. A farsi portavoce di questo messaggio è Claudio Altini, segretario del Psi Bari, il quale afferma: “La storia di Punta Perotti è stata come una telenovela a puntate della quale, purtroppo, si conosceva già il finale. Poiché quella vicenda è servita solo per propaganda e discriminazione politica da parte del nostro attuale Presidente della Regione e all’epoca Sindaco della città, palesemente simpatizzante di manie di protagonismo, è giusto che il risarcimento già richiesto per rivalsa dallo Stato al Comune di Bari debba essere a carico dei soggetti che con le proprie decisioni si sono resi responsabili di questo scempio”.

“Punta Perotti – continua Altini – appare decisamente un’occasione mancata. Poteva essere il tassello dal quale ripartire con la tanto annunciata, quanto irrealizzata, riqualificazione del lungomare Sud, che ad oggi non vede ancora il benché minimo spiraglio di luce. Resta il fatto che la confisca dei suoli fu illegittima e che ancora una volta i responsabili si sottraggono pretestuosamente alle proprie responsabilità, scaricando sui cittadini i costi dei propri errori”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo