Home Politica Bari: fusione AdP, Stefanazzi smentisce: “Solo una fase di valutazione”

Bari: fusione AdP, Stefanazzi smentisce: “Solo una fase di valutazione”

 Nessuna fusione, al momento, secondo il Capo di Gabinetto. Solo idee dunque, e anche poco chiare, su quello che in molti definiscono un processo di svendita degli scali pugliesi

{loadposition debug}
Fusione sì, fusione no. Le voci del probabile matrimonio tra aeroporti di Puglia e la Gesac, la società che gestisce l’aeroporto di Napoli – Capodichino, continuano a correre tra i corridoi della regione e non solo. La politica freme. Alcuni consiglieri regionali continuano a chiedere al presidente emiliano di imporre il proprio no alla trattativa o meglio a quello che in molti definiscono un processo di svendita degli scali pugliesi. L’ipotesi di privatizzazione, però, preoccupa anche i sindacati. Questa mattina, le sigle di categoria di Cgil, cisl, uil e ugl sono state convocate dal Capo di gabinetto, Claudio Stefanazzi, per definire la situazione attuale. “In questo momento stiamo soltanto valutando se ci sono le condizioni per una eventuale fusione – spiega Stefanazzi – e non è detto che ci siano. Di sicuro, non ci sarà alcuna operazione che potrà pregiudicare l’attuale stato di servizio di Aeroporti di Puglia. E’ nostra intenzione fornire un servizio sempre più affidabile e convincente”. Solo idee, dunque e anche poco chiare. Ma qualora le circostanze dovessero delinearsi, la Regione, tramite la firma di verbale d’intesa, si è impegnata a coinvolgere tutti i sindacati per definire lo scenario futuro.

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo