Home Politica Regionali, Emiliano: “Tenterò ancora di coinvolgere il M5S. Lopalco? In una maniera...

Regionali, Emiliano: “Tenterò ancora di coinvolgere il M5S. Lopalco? In una maniera o nell’altra lavorerà per la Puglia”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

“Io cercherò nuovamente, come ho fatto l’altra volta, di coinvolgere il Movimento Cinque Stelle, nel governo della Puglia e mi auguro, ovviamente, che il Movimento 5 Stelle, voglia aprire una discussione politica non sulle persone ma sui programmi”. È quanto affermato dal governatore pugliese Michele Emiliano, candidato alla presidenza della Regione, questa mattina a Foggia a margine dell’inaugurazione della biblioteca “La Magna Capitana”.

“Il matrimonio con i Cinque Stelle già esiste – ha detto ancora Emiliano -. Noi sosteniamo il Governo Conte. Conte è un pugliese che noi stimiamo. Abbiamo sempre sostenuto Conte e il Movimento Cinque Stelle assieme al Partito Democratico. Io, personalmente, credo sia stato il primo esponente del PD a sostenere una collaborazione”.

Emiliano ha anche risposto alle domande di alcuni cronisti in riferimento a chi, tra i suoi competitor, teme di più: se Raffaele Fitto, candidato per il centrodestra, o Ivan Scalfarotto, candidato di Italia Viva. “Parlano di cose che nulla hanno a che vedere con le cose pratiche e concrete – ha detto -. Sembrano due mondi separati. Quello che mi preoccupa di più è la gente in difficoltà e la scarsa attenzione che in politica fanno rispetto alla vita quotidiana delle persone, degli ospedali e delle aziende”.

Sulla questione relativa all’eventuale candidatura o comunque a un possibile incarico ad assessore alla Sanità per l’epidemiologo Pierluigi Lopalco, a capo della task force regionale anti Covid: “Meglio un assessore alla Sanità che capisce qualcosa che uno che prende solo un sacco di voti – ha detto Emiliano. In ogni caso noi stiamo cercando di rinforzare il dispositivo. Questa estate verrà dedicata a predisporre tutto quello che serve per fronteggiare la seconda ondata del Covid. È chiaro che il professor Lopalco, in una maniera o nell’altra, lavorerà per la Puglia. Ma non ho avuto il tempo di parlare con lui. Come riuscirebbe a seguire l’emergenza epidemiologica e a fronteggiare una nuova ondata di epidemia se si candidasse? Potrebbe farlo ancora meglio. Chi si candida deve preoccuparsi della Puglia. Uno se si candida si occupa delle stesse cose di cui ha competenze”.

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui