Home Politica Puglia, Fitto contro Salvini: “Ingeneroso puntare il dito su di me”

Puglia, Fitto contro Salvini: “Ingeneroso puntare il dito su di me”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

“Caro Salvini, da tre giorni in ogni dichiarazione parli di me. Mi verrebbe da dire ‘meglio mai che tardi. Mi sembra quantomeno ingeneroso puntare il dito sulla mia persona, invece di fare un’analisi seria ed approfondita di quanto accaduto”.

Comincia così il lungo post su facebook pubblicato da Raffaele Fitto, candidato del centrodestra sconfitto alla presidenza della Regione Puglia, a Matteo Salvini, leader della Lega. Parla di “ingiusto fuoco di fila di dichiarazioni da parte tua e dei tuoi” e gli pone una serie di domande chiedendogli come sarebbe andata a finire “se il leader della Lega avesse citato il mio nome almeno una volta durante tutta la campagna elettorale”, “se i dirigenti leghisti non avessero per mesi indebolito la mia candidatura senza mai proporre una opzione migliore”, “se non avessi dovuto rispondere almeno una volta al giorno alla domanda: ‘perchè Salvini non la cita e non la invita mai alle manifestazioni della Lega?'”

Gli ricorda il calo di 16 punti percentuali della Lega in Puglia rispetto a un anno fa, “il doppio di quelli che sarebbero stati sufficienti per vincere”, mentre gli altri partiti “hanno tenuto molto bene o sono cresciuti”.