Home Politica Renzi al Lingotto, scherza con Decaro e spegne le polemiche coi rivali...

Renzi al Lingotto, scherza con Decaro e spegne le polemiche coi rivali alle primarie “Riscopriamo il partito del noi”

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

“Non vogliamo correnti e caminetti. Il partito ha bisogno di più leader.” Matteo Renzi chiude la convention PD del Lingotto provando a mettere da parte le polemiche delle ultime settimane. “Qualcuno ha cercato di distruggere il Pd. È vero, c’è stata debolezza della mia leadership, ma non hanno fatto i conti con la gente che ha costruito questa comunità.” Sui due rivali nella corsa alla segreteria del partito, Orlando ed Emiliano, butta acqua sul fuoco: “Non facciamo polemiche con i nostri compagni di strada.” Ma chiarisce: “Quando si pensa di fare battaglia politica sui vaccini e sulle scoperte scientifiche, significa che si è travalicato il limite.” Stempera i toni con una battuta: “Sento parlare dell’Ulivo da quelle persone che l’hanno distrutto dall’interno, forse perché erano più esperti di Xylella che di ulivi. Questa me l’ha suggerita Decaro – scherza con il Sindaco di Bari e Presidente Anci e conclude – Chi ha idee le tiri fuori. Dobbiamo riscoprire il noi.”

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui