Home Politica Politica, da Csm nuova accusa per Emiliano: “Non doveva candidarsi alla segreteria...

Politica, da Csm nuova accusa per Emiliano: “Non doveva candidarsi alla segreteria del Pd”

La Procura generale della Cassazione ha rivolto una nuova contestazione al governatore della Puglia Michele Emiliano nell’ambito del procedimento disciplinare a suo carico davanti al Csm. Oggetto della contestazione, la sua candidatura alla segreteria del Pd.

L’annuncio della nuova iniziativa a carico di Emiliano è stato dato in apertura del procedimento dal sostituto Pg della Cassazione Carmelo Sgroi e si riferisce al fatto che, candidandosi alla segreteria del Pd, Emiliano avrebbe di nuovo violato il divieto per i magistrati di iscriversi ai partiti politici.

Si tratta della stessa accusa di cui Emiliano deve già rispondere per essere stato segretario e presidente del Pd della Puglia. “L’iniziativa è a garanzia dell’incolpato” ha detto Sgroi, mentre il difensore di Emiliano, Armando Spataro, prendendone atto, ha chiesto il rinvio al termine previsto dalla legge.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo