Home Politica Elezioni, Fitto a Bari: “Non ci sarà Salvini premier. M5S? Non è...

Elezioni, Fitto a Bari: “Non ci sarà Salvini premier. M5S? Non è affidabile per governare”

“Non ci sarà Salvini premier”. Lo ha sostenuto il capo politico nazionale di Noi con l’Italia-Udc, Raffaele Fitto, parlando con i giornalisti in occasione dell’inaugurazione del comitato elettorale a Bari.

“Penso che il centrodestra vincerà le elezioni e che non ha bisogno – ha sottolineato Fitto – di scivolare a destra. Credo senza ombra di dubbio nel contributo che daremo: sarà decisivo per vincere le elezioni e per far sì che sia condiviso non solo il programma di governo, ma anche la scelta del candidato premier, che sarà frutto di sintesi della coalizione. I voti li contiamo alla fine della campagna elettorale, adesso si parla di sondaggi nei quali e con i quali ognuno esprime valutazioni e proiezioni. Quando parleremo di coalizione, di governo, di premiership e di quello che verrà il giorno dopo, noi ci saremo e saremo decisivi e determinanti”.

Fitto parla poi del Movimento 5 Stelle. “Dicono di volere il cambiamento e poi non controllano chi dovrebbe realizzarlo. È la dimostrazione che nel Movimento non ci sia l’affidabilità necessaria per garantire un governo al Paese – dice Fitto in riferimento al caso ‘rimborsopoli 5 stelle’ -. Se parlassi dei singoli casi, cadrei nella impostazione e nei rischi che da sempre caratterizzano i giustizialisti, la vicenda non è collegata a illegittimità, ma ad un fatto comportamentale”.

“Non siamo la quarta gamba, siamo tra le componenti del centrodestra quella che sarà decisiva e determinante – conclude Fitto – . Il risultato delle forze di coalizione lo vedremo il giorno dopo le elezioni, ma già oggi la nostra mobilitazione territoriale, il lavoro che stiamo facendo e la crescita costante, che riscontriamo ovunque, sono già una garanzia. Noi con l’Italia-Udc avrà un risultato ben superiore alle aspettative”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo