Home Spettacoli Musica, made in Italy ed elettronica nel weekend dell’Eremo: a Molfetta arrivano...

Musica, made in Italy ed elettronica nel weekend dell’Eremo: a Molfetta arrivano Diodato e Shigeto

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Musica d’autore made in Italy e elettronica sperimentale dagli States. Il fine settimana dell’Eremo Club di Molfetta inizia venerdì 13 aprile con il cantautore tarantino Diodato e la prima data pugliese del suo nuovo “Adesso Club Tour”, e finisce domenica 15 aprile con una delle tre tappe italiane, oltre Milano e Roma, del tour mondiale di Shigeto, tra i più interessanti sperimentatori dell’elettronica mondiale, all’Eremo per presentare il concept album “The New Monday”.

Venerdì 13 aprile

Antonio Diodato torna ad esibirsi dal vivo con il proprio progetto solista e la sua band che lo porterà in tour anche in varie piazze europee, tra Olanda, Germania, Belgio e Francia. Il brano Adesso, presentato al festival di Sanremo insieme a Roy Paci, ha bissato il successo di Babilonia (premio della Critica nel 2014), conquistando pubblico e critica e rimanendo stabilmente tra le canzoni più trasmesse nelle radio italiane e più ricercate sui più noti portali musicali. Intanto, il cantautore originario di Taranto è impegnato insieme all’attore Michele Riondino e allo stesso Paci nell’organizzazione del concertone alternativo del Primo Maggio tarantino.

Domenica 15 aprile

Zachary Shigeto Saginaw da Ann Arbor, Michigan, producer e batterista jazz, è senza dubbio uno dei protagonisti della nuova scena sperimentale hip-hop americana. Shigeto unisce la lezione dei maestri alla propria sensibilità eclettica e senza barriere stilistiche: la sua musica è ponte tra passato e presente, il suo background come batterista lo porta a lavorare partendo da una ricerca ritmica molto articolata, un turbinio in cui finiscono schegge di jazz, echi di elettronica antica e sub potenti diretti allo stomaco. Shigeto torna in tour per presentare il suo ultimo lavoro “The New Monday”, uscito il 6 ottobre 2017 per Ghostly International. In apertura, in consolle due producer italiani come il pugliese Edeél e il beneventano The Delay In The Universal Loop.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui