Home Spettacoli Bari, al via la nona edizione del Premio Mimmo Bucci: iscrizioni aperte...

Bari, al via la nona edizione del Premio Mimmo Bucci: iscrizioni aperte fino al 22 dicembre

La serata conclusiva è in programma il prossimo 5 febbraio al teatro Petruzzelli. Al primo classificato andranno 500 euro. Ecco tutte le informazioni.

{loadposition debug}

Il ricordo di Mimmo Bucci, leader de “La Combriccola di Vasco” morto nel maggio del 2007 in un incidente stradale, continua a riempire il cuore di chi lo conosceva e le giornate degli artisti che, come è stato per lui, coltivano la passione della musica.

Anche quest’anno, quindi, torna il “Premio Mimmo Bucci – Festival della musica emergente genere pop rock” con la nona edizione di una manifestazione che ha come scopo quello di ricordare la figura di Mimmo, uomo prima che artista, e di dare contemporaneamente spazio e voce ai gruppi emergenti.

Due le categorie ammesse alla gara, che si concluderà con un grande evento in programma il prossimo 5 febbraio nella prestigiosa cornice del teatro Petruzzelli: original band e cantautori. Tutti i partecipanti devono essere maggiorenni e per partecipare al concorso sono chiamati a compilare il modulo di iscrizione presente sia sulla pagina Facebook “Premio Mimmo Bucci” sia sul sito di RadioBari ed inviarla, insieme al Demo, all’indirizzo e-mail premiomimmobucci@gmail.com.

Le iscrizioni sono aperte dal 22 novembre al 22 dicembre. Insieme al demo, gli aspiranti iscritti devono anche inviare la liberatoria, regolarmente firmata, che autorizza l’organizzazione del Premio ad utilizzare il brano in radio e dal vivo, e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali. Inoltre i solisti, in caso di selezione finale, devono essere in possesso della base musicale del brano. I brani devono essere inediti e dunque band e cantanti devono produrre autocertificazione che ne certifichi questa caratteristica. Il gruppo e i cantautori possono avere anche un contratto discografico. Le canzoni non devono avere contenuto politico, non devono inneggiare il razzismo, la pornografia o all’estremismo religioso e in ogni caso non devono andare contro il comune senso del pudore. Infine, il brano deve avere la durata massima di 5 minuti.

Tutti i brani inviati saranno selezionati da un’apposita giuria di esperti composta da giornalisti, critici e musicisti di comprovata esperienza, dopodiché si darà inizio alla fase finale della competizione: i sette finalisti, tra band e cantanti, si esibiranno al Petruzzelli davanti ad una giuria tecnica che al termine delle esibizioni deciderà i primi tre classificati. Al primo classificato sarà consegnato un premio di 500 euro, oltre a un trofeo realizzato per l’occasione. Ai secondi e terzi classificati sarà consegnata una targa.

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo