Home Spettacoli Bari, il teatro Piccinni riparte: dal 30 ottobre al 25 aprile in...

Bari, il teatro Piccinni riparte: dal 30 ottobre al 25 aprile in programma 20 spettacoli. Capienza ridotta a 200 spettatori

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Dal 30 ottobre 2020 al 25 aprile 2021 ripartirà nel teatro Piccinni di Bari, con una capienza ridotta, la stagione teatrale in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, interrotta a marzo per l’emergenza Covid. La nuova stagione ha per titolo ‘I linguaggi della realtà’ e prevede cinque incontri dedicati alla letteratura, ai giovani e alla musica con presentazioni di libri, dodici proposte di prosa e tre titoli di danza. Saranno anche recuperati tre spettacoli sospesi della passata stagione.

La capienza sarà ridotta a 200 spettatori, per cinque turni dal giovedì alla domenica, con doppio spettacolo il venerdì. I biglietti per il primo appuntamento della sezione letteraria saranno acquistabili da domani online, sul circuito vivaticket, e al botteghino il giorno prima dello spettacolo. Il vecchio abbonamento non sfruttato potrà essere rimborsato oppure usato per acquistare il nuovo, dal 9 novembre al 5 dicembre, direttamente al botteghino. Agli spettatori si chiede di arrivare a teatro almeno 45 minuti prima per permettere agli organizzatori di rispettare i protocolli di sicurezza.

“I teatri sono luoghi sicuri” ci tiene a dire il direttore del Teatro pubblico pugliese, Sante Levante. “Presentare una nuova stazione teatrale significa tornare alla normalità – dice l’assessora comunale alle Culture Ines Pierucci – con un cartellone dedicato tutto alla narrazione scenica dei grandi classici, oltre a presentazioni di libri inedite a teatro sui grandi temi di attualità, dalla vulnerabilità alle donne, in collaborazione con Radio 3”.

Si parte il 30 ottobre con la presentazione del libro “La città dei vivi” di Nicola Lagioia. A dicembre l’attesa presentazione di “Febbre” di Jonathan Bazzi con Miss Keta. Per la prosa il primo spettacolo sarà, il 14 gennaio 2021, “Peachum. Un’opera da tre soldi” ispirato all’opera di Bertolt Brecht, con Rocco Papaleo e Fausto Paravidino. Tra le proposte teatrali ci saranno anche “Re Lear” con regia di Andrea Baracco e “Il giardino dei ciliegi” di Alessandro Serrra. Due spettacoli, “Il bacio della vedova” di Teresa Ludovico e “La grande abbuffata” di Michele Sinisi, andranno in scena al teatro Kismet.