/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, icone bizantine e ampolle della Manna di San Nicola: la mostra dal 9 al 14 maggio

Bari, icone bizantine e ampolle della Manna di San Nicola: la mostra dal 9 al 14 maggio

Si inaugura martedì 9 maggio, alle ore 11.30, nel colonnato della Città Metropolitana, la Mostra di icone bizantine e di ampolle della manna di San Nicola, promossa per il secondo anno dalla commissione Culture del Comune di Bari e curata dall’architetto Franco Altobelli. In esposizione, fino al 14 maggio, più di 40 icone e una ventina di ampolle, appartenenti a collezionisti privati baresi: in particolare sarà in mostra una icona del XIV secolo di proprietà della Pinacoteca metropolitana di Bari e altre risalenti al XIX secolo, di proprietà della professoressa Santa Fizzarotti Selvaggi.

 

La mostra è stata presentata stamattina, a Palazzo di città, dal presidente della commissione Cultura del Comune Giuseppe Cascella, dalla consigliera metropolitana delegata ai Beni culturali Francesca Pietroforte e dalla presidentessa dell’associazione culturale italo-ellenica “Pitagora” di Bari Sarina Garufi. Sono intervenuti inoltre il responsabile della progettazione della mostra, l’architetto Franco Altobelli, il presidente dell’associazione “Mondo antico e tempi moderni” Nicola Cutino e la presidentessa dell’associazione “Porta d’Oriente” Cettina Fazio Bonina. +

 

“L’immagine di San Nicola, santo universale - ha detto Giuseppe Cascella - è impressa in quasi 2.700 chiese di tutto il mondo ed è rappresentata nella sua espressione sacrale più totale, l’icona. San Nicola è un santo che porta con sé messaggi potenti e l’arte che si ispira a lui da secoli lo ha consacrato come una delle figure più venerate al mondo. Ringraziamo la Città Metropolitana che ospiterà la mostra e i collezionisti privati che con generosità hanno concesso le loro opere private a beneficio della nostra città”.

 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.