Home Spettacoli Bari, Federica Fornabaio in concerto: domenica 25 marzo al Teatro Forma va...

Bari, Federica Fornabaio in concerto: domenica 25 marzo al Teatro Forma va in scena “Unpeaceful”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Domenica 25 marzo, alle 21, va in scena al Teatro Forma di Bari il concerto di un astro nascente della musica italiana: la pianista, compositrice e direttrice d’orchestra Federica Fornabaio. La giovane andriese con alle spalle molte collaborazioni eccellenti, presenterà sul palco del Forma il suo ultimo lavoro discografico “Unpeaceful”. Uscito il 9 marzo, si stratta di album di inediti per piano e piccolo ensemble, con uno speciale «regalo» del grande Ryūichi Sakamoto e tante pietre preziose. La pianista si esibirà con il suo ensemble, con archi, percussioni e fiati, formato da insigni musicisti: Angelo Olivieri (tromba e flicorno), Roberto Izzo (violino e viola), Giuseppe Tortora (violoncello), Stefano Corrias (batteria e percussioni).

Già allieva di Ludovico Einaudi (a soli 21 anni si mise in evidenza nel suo stage ‘Musica per Film’ del 2006) e di Nicola Piovani (stage ‘Musica Applicata’ del 2014), Fornabaio ha composto diverse e importanti colonne sonore: nel 2010 è stata premiata come Miglior Talento Musicale Emergente nel contest della rivista What’s Up, nel 2011 è stata finalista al Festival Internazionale del Cinema di Venezia e ai Nastri d’Argento, nel 2014 ha ricevuto la nomination come miglior colonna sonora originale al 48Hours Film Project, nel 2015 ha raggiunto le selezioni finali del Festival del BFI – British Film Industry di Londra, (la più importante manifestazione cinematografica Britannica), al World Soundtrack Awards di Gent, e al Mise-En Music Festival di New York.

Fornabaio vanta anche positive incursioni nel ‘pop’ e nel ‘jazz’: nel pop ha infatti diretto due volte al Festival di Sanremo (è stata il più giovane Direttore d’orchestra a salire sul podio del Teatro Ariston), vincendo in entrambe le occasioni rispettivamente con Marco Carta e Arisa (nel 2009), e ha arrangiato e suonato nell’album di Roberto Vecchioni Chiamami ancora amore, mentre la scorsa estate ha partecipato – insieme al trombettista jazz Angelo Olivieri (stabilmente fra le migliori trombe ‘jazz’ d’Europa, secondo jazz.it) – ad importanti rassegne jazz in Italia.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui