Home Sport Calcio donne, club di A e B decisi a restare in Figc....

Calcio donne, club di A e B decisi a restare in Figc. Signorile: “Fondamentale per la crescita del movimento”

“Le società sono state onorate di questo incontro, lo hanno trovato fondamentale per discutere del futuro. Vogliamo restare in Figc perché si è aperto uno spiraglio di crescita più veloce rispetto al passato, anche con l’introduzione dei settori giovanili”. Così Alessandra Signorile, presidente della Pink Bari, in rappresentanza dei club di serie A e B femminile al termine dell’incontro andato in scena oggi a Roma con il commissario straordinario Roberto Fabbricini e le componenti tecniche di Aic e Aiac, sulla gestione dei campionati nazionali 2018/19. Oggi il calcio femminile italiano è a metà del guado tra il passato, rappresentato dalla Lega Nazionale Dilettanti, e il futuro, che il movimento spera possa essere rappresentato dalla Figc. Un passaggio già effettuato ma poi annullato dal ricorso vittorioso messo in campo dalla Lnd.

“Riteniamo fondamentale restare sotto alla Figc – spiega Signorile -, può aprirci ulteriori porte e darci maggiore visibilità. Se pensiamo ancora allo sciopero? Siamo in attesa di vedere gli sviluppi della situazione: noi vogliamo solo una struttura molto snella e veloce e ci interessiamo di calcio giocato, mentre gli aspetti politici della situazione ci allontanano dallo sport”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo