Home Sport SSC Bari, al via il nuovo corso. De Laurentiis: “Vogliamo arrivare in...

SSC Bari, al via il nuovo corso. De Laurentiis: “Vogliamo arrivare in serie A il prima possibile”

È scattata ufficialmente oggi l’era De Laurentiis. Il nuovo proprietario della SSC Bari accompagnato dai figli Luigi, che ricoprirà la carica di presidente, ed Edoardo ha presentato al San Nicola in conferenza stampa i nuovi organi societari che lavoreranno per la rinascita della squadra biancorossa. Annunciato anche chi sarà il nuovo allenatore: si tratta di Giovanni Cornacchini che un campionato di Serie D, in carriera, l’ha già vinto sulla panchina dell’Ancona.

“Dove giocheremo è ancora da decidere, vi ricordo che abbiamo una Federcalcio commissariata e ad oggi non sappiamo ancora con certezza se la Serie B sarà a 19 o a 22 squadre” ha dichiarato il produttore cinematografico che non ha ancora abbandonato l’ipotesi ammissione in Serie C. “Matteo Scala sarà il club manager. Si occuperà a 360° del progetto sportivo e sarà coadiuvato dal segretario sportivo Davide Teti e da Antonello Ipperico. Al momento stiamo lavorando anche sulla squadra che verrà ufficializzata quando conosceremo ufficialmente in che serie giocheremo. L’obiettivo è di riportare il Bari in Serie A il più rapidamente possibile”. Svelati anche i prezzi degli abbonamenti: “Ticket One sarà il circuito di rivendita di riferimento. I prezzi resteranno invariati in qualsiasi serie giocheremo e saranno nello specifico: 90 euro per le curve, 120 euro per la tribuna est, 150 euro tribuna ovest e 250 euro per la tribuna d’onore. Il costo del parcheggio sarà di 3 euro. Speriamo di partire il 31 agosto. Il San Nicola? Cento vole meglio del San Paolo. Bisogna lavorare soprattutto sull’erba del campetto dell’antistadio”. Per quanto riguarda infine logo e maglie: “Il logo lo stiamo decidendo. La squadra avrà tre divise già idealizzate dal marchio ‘Kappa’ e saranno 3, una bianca, una rossa e una nera”.

Parola anche al figlio e nuovo presidente del Bari, Luigi De Laurentiis: “Mi è bastata un’ora per convincermi. Ero a Londra quando mio padre mi ha prospettato questa possibilità. Dobbiamo lavorare a testa bassa e riportare il club a livelli sempre più alti”. Infine una battuta anche da parte di Giuseppe Pompilio, braccio destro di Giuntoli. “Solo un pazzo non prenderebbe in considerazione l’ipotesi di un ritorno di Ciccio Brienza, un lusso per la categoria. Sarà importante anche valutare bene gli under. Il progetto è serio e ambizioso”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo