Home Sport Progetti e vittorie del barese Francesco Favia, tra i migliori del poker...

Progetti e vittorie del barese Francesco Favia, tra i migliori del poker italiano

La rete ha creato nuove figure professionali, una delle meno note è quella del giocatore di poker. Molti ancora immaginano gli esperti delle carte legati esclusivamente alle attività dei casinò tradizionali. Oggi, in realtà, in molti trovano nel gioco digitale una forma di occupazione e un’interessante opportunità di profitto. Ed è dai tavoli virtuali che emerge il talento del barese Francesco Favia, tra i giocatori online italiani più vincenti degli ultimi anni.

Francesco ha 33 anni ed è nato a Bari, sebbene attualmente risieda a Malta. Tra i player online italiani il suo, “ilmessia84”, è un nickname in vista, merito della conquista di prestigiose competizioni nazionali. Quello di cui si occupa Favia è principalmente poker sportivo, pratica che rientra a tutti gli effetti nell’alveo dei giochi d’abilità, al pari degli scacchi o del backgammon, e si smarca dai classici giochi d’azzardo come il blackjack.

Anche se può sembrare strano a chi è digiuno di gambling, il poker viene disputato in modalità nelle quali l’abilità prevale sulla fortuna. Solo quanti hanno i numeri riescono a eccellere, gli altri, prima o dopo, finiscono per perdere quanto riscosso. Ciò spiega perché tanti giovani bramano diventare giocatori professionisti ma pochi centrano l’obiettivo. Favia è uno di loro.

Il suo percorso ha inizio appena maggiorenne, quando viene a contatto con la forma di poker tradizionale del nostro Paese, quello a cinque carte. La svolta avviene però qualche anno dopo. Ventunenne prova il Texas Hold’em (la specialità di poker più giocata al mondo) ed è amore a prima vista. Dopo le tipiche partite con gli amici nel weekend, decide di fare sul serio e prende lezioni da alcuni professionisti del settore. Un periodo formativo essenziale per padroneggiare le tecniche di gioco, i cui frutti saranno colti negli anni successivi.

A gennaio di quest’anno il barese ha vinto il torneo virtuale Bounty Builder che gli ha fruttato oltre 14.000 dollari. Nella primavera dello scorso anno, invece, è riuscito a incassare oltre 240.000 dollari conquistando l’evento 44H della kermesse digitale Spring Championship of Online Poker (SCOOP). Una performance straordinaria, la migliore in carriera, che lo ha visto confrontarsi con circa 900 avversari in lotta per un montepremi da 1,7 milioni di dollari.

È la continuità di rendimento a caratterizzare il percorso del pugliese. Basti pensare che nel 2016 si è aggiudicato il premio più ricco dell’evento 14 dello SCOOP, altri 14.000 euro che vanno ad aggiungersi al curriculum. Nel quale sono riportati diversi prestigiosi piazzamenti in tornei dal vivo.

Nelle sale da gioco tradizionali Favia è riuscito a vincere complessivamente, per quanto riguarda i tornei di poker, oltre 116.000 dollari: 20.000 derivano dal podio centrato nell’Italian Poker Tour di Nova Gorica del marzo 2011.

Traguardi importanti che non circoscrivono al solo tavolo verde le passioni di Francesco. Nel tempo libero ama dedicarsi alla palestra, al tennis e al buon cibo. La cucina lo ha condotto all’avvio di un’iniziativa nel campo della ristorazione che dovrebbe, nei progetti del 33enne, trasformare il poker in un secondo lavoro. Sarà la nuova svolta della sua carriera?

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo