Home Sport San Paolo, lavori finiti al Palalaforgia: HBARI 2003 torna ad allenarsi nella...

San Paolo, lavori finiti al Palalaforgia: HBARI 2003 torna ad allenarsi nella struttura

san paolo

Questa mattina l’assessore allo sport Pietro Petruzzelli ha accompagnato Gianni Romito, presidente della HBari 2003, la squadra di basket in carrozzina che milita nel campionato nazionale di serie B, e i dirigenti della Don Milani, squadra di volley cittadina, nel corso di un sopralluogo presso il palazzetto dello sport in via Olbia, nel quartiere San Paolo, al termine degli interventi di manutenzione ultimati da qualche giorno.

A seguito di un evento atmosferico eccezionale, infatti, a giugno scorso si era verificato l’allagamento della struttura sportiva con conseguente deterioramento del pavimento in parquet della palestra coperta. Nell’impossibilità di recuperare il pavimento originale, è stato necessario rimuoverlo e successivamente intervenire per ripristinare le condizioni di fruibilità della superficie di gioco anche ai fini di favorire lo svolgimento di manifestazioni agonistiche. Grazie all’intervento, ultimato in questi giorni, le attività agonistiche potranno riprendere mercoledì.

“Purtroppo questi lavori hanno creato qualche disagio agli atleti della HBari 2003 in piena preparazione per il campionato – spiega Pietro Petruzzelli -, e di questo non possiamo che scusarci con l’associazione e assicurare, fin da ora, il sostegno di tutta l’amministrazione e di tutta la città alla squadra, che quest’anno si appresta a disputare il campionato di serie B. Credo però che avere un campo a norma e all’altezza degli standard previsti dalla federazione di basket fosse il minimo che potevamo assicurare agli atleti, visto che non solo ci rendono orgogliosi dei loro risultati ma che svolgono quotidianamente anche un lavoro straordinario con i ragazzi di tutte le età che, per via delle disabilità fisiche, sono scoraggiati dall’intraprendere un’attività sportiva”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo