Home Apertura Radiobari ed SSC Bari ai nastri di partenza: “Un laboratorio di idee...

Radiobari ed SSC Bari ai nastri di partenza: “Un laboratorio di idee per contenuti speciali” – VIDEO

La nascita di una collaborazione che “non prevede censure”. Radiobari e la SSC Bari danno ufficialmente il via a una partnership che legherà la società biancorossa e il gruppo Mazzitelli per i prossimi tre anni. Durante la conferenza stampa di presentazione, alla quale hanno presenziato il presidente del Bari, Luigi De Laurentiis, e la direttrice responsabile di Telebari, Maddalena Mazzitelli, sono state comunicate le novità televisive e radiofoniche che quotidianamente riempiranno i palinsesti dell’emittente.

“Ogni giorno – ha sottolineato la dottoressa Mazzitelli – un tesserato della società sarà nostro ospite. Il lunedì mattina, nella trasmissione B&TheGang, sarà il turno del presidente De Laurentiis o dell’allenatore, Giovanni Cornacchini. Di sera, invece, dalle 21.30 alle 23.00 ci farà compagnia un calciatore biancorosso. Poi ancora, dal martedì al venerdì, flash quotidiano di novanta secondi in cui racconteremo ciò che è successo durante gli allenamenti. Infine il sabato, un altro tesserato, ospite di Barbara Cirillo, per far conoscere ai tifosi l’uomo, oltre che il calciatore. Per chiudere, sempre di sabato, saranno ospiti in trasmissione, insieme, il presidente della SSC Bari e il sindaco Antonio Decaro. Crediamo in questo progetto – ha concluso la direttrice responsabile – perché da 45 anni raccontiamo l’informazione, con un occhio attento alla squadra della nostra città”.

Proprio Luigi De Laurentiis ha rimarcato la necessità di dare un volto diverso alla sua squadra, con l’obiettivo di coinvolgere i tifosi nel progetto societario. “Il Bari dovrà scalare classifiche importanti. Questa collaborazione nasce dalla voglia di entrambi di raccontare un percorso. Costruiamo l’anima e lo spirito di questa squadra, dei calciatori. Le loro emozioni e la loro voglia di emergere. Quello che vedrete sarà puro e sano entertainment – ha detto il numero uno di via Torrebella – perché quando si raccontano le serie sulle squadre non c’è censura, e tutto va in onda, fermo restando che bisogna evitare di svelare eventuali segreti tecnici. Metteremo a nudo anche le criticità interne – ha concluso De Laurentiis – con l’obiettivo di acquisire credibilità e dare vita a un percorso che abbia personalità. Vogliamo un laboratorio di idee che possa lanciare contenuti, in maniera diversa”.

 

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo