Home Sport Fc Bari, Di Cesare guarda lontano: “Il campionato non si vince a...

Fc Bari, Di Cesare guarda lontano: “Il campionato non si vince a novembre”

Il pareggio di domenica sera, l’errore di Fedele e la posizione in classifica sono i passaggi più salienti della conferenza del difensore.

{loadposition debug}

Il pareggio di domenica sera contro lo Spezia, l’errore di Fedele e la classifica. Sono questi i passaggi fondamentali della conferenza di Valerio Di Cesare, andata in scena oggi allo stadio San Nicola.

“Abbiamo giocato un buon primo tempo e avremmo potuto segnare anche più di un gol – inizia Di Cesare -. Nel secondo tempo invece abbiamo sofferto, ci siamo abbassati troppo e siamo andati in difficoltà. Una questione di fiato? Non direi. In campo ci sono anche gli avversari, loro sono stati bravi e noi meno. Dobbiamo trovare più continuità: darebbe maggiore serenità all’ambiente e più entusiasmo ad una piazza così passionale”.

Inevitabile un commento sul clamoroso errore commesso da Matteo Fedele in occasione del pareggio dei liguri. “Non c’è stato bisogno di dirgli niente – dice Di Cesare -, sono cose che possono capitare. È successo a Buffon, che è il portiere più forte al mondo, quindi non è il caso di farne un dramma. I fischi a fine partita fanno parte del gioco. Il pubblico paga il biglietto e può fare quello che vuole”.

“In classifica siamo un po’ staccati ma la serie B comincia a giocarsi a partire da marzo -conclude- . Certo, ci dobbiamo dare una svegliata e iniziare a pedalare ma il campionato non si vince né a novembre né a dicembre. Alcune partite le abbiamo sbagliate. Penso a Latina, a Frosinone, dove abbiamo peccato di cattiveria. Ma in alcune gare siamo stati anche sfortunati: con l’Entella ho contato 30 tiri in porta e alla fine abbiamo pareggiato. Per come la vedo io questa non è una squadra in crisi ma per uscire da questa situazione dobbiamo solo lavorare”.

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo