Home Sport La stagione di Fognini e Cecchinato fa ben sperare per il futuro...

La stagione di Fognini e Cecchinato fa ben sperare per il futuro del Tennis azzurro

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Il 2018 ha visto, con grande sorpresa e gioia per tutti gli appassionati del tennis azzurro, il raggiungimento di grandi risultati da parte dei nostri tennisti maggiormente rappresentativi. Fognini, Cecchinato e Berrettini, infatti, sono riusciti ad aggiudicarsi ben cinque tornei del circuito ATP ed ad eguagliare uno storico record che perdurava da ben 40 anni: Fognini e Cecchinato, infatti, grazie ai buoni risultati ottenuti in giro per il mondo sono riusciti ad entrate stabilmente nella top 20 della classifica ATP. Era dai tempi di Panatta e Barazzuti che ciò non accadeva e la speranza di tutti i tifosi italiani è che questo importante traguardo possa essere solo l’inizio di un percorso ricco di trionfi e soddisfazioni.

FONTE: Facebook

Fabio Fognini

Fabio Fognini, sin dalle sue prime apparizioni nel circuito, ha sempre dato l’impressione di essere un giocatore che tecnicamente non ha nulla da invidiare a nessuno. Il suo limite è sempre stato rappresentato dalla tenuta mentale durante gli incontri: alla prima difficoltà, nonostante magari stesse conducendo l’incontro senza particolari problemi, mollava mentalmente ed iniziava ad inanellare una serie di errori inspiegabili che spesso lo hanno portato a perdere partite che sembravano già vinte. Dopo il matrimonio con la sua collega Flavia Pennetta e la nascita del suo primogenito, pare aver trovato il proprio equilibrio e, quale logica conseguenza, sono iniziati ad arrivare anche importanti risultati. In seguito alla vittorie conquistate nei tornei ATP di Bastad e Los Cabos, infatti, Fabio ha continuato a convincere ed ottenere ottimi risultati, nonostante i problemi al polpaccio non sembrino del tutto superati. Fognini, già proiettato alla prossima stagione, ha dichiarato che tornerà in campo già nel mese di febbraio, nel prossimo ATP che si giocherà a Cordoba e, secondo William Hill, è tra i favoriti per la vittoria del torneo. Fabio, infatti, ha chiuso la stagione in corso al tredicesimo posto nella classifica ATP, a pochi punti di distanza dal croato Borna Ćorić, e non vede l’ora di migliorare il proprio ranking.

FONTE: Facebook

Marco Cecchinato

Il 2018 verrà ricordato come un anno speciale per il tennis azzurro anche per la inaspettata esplosione di un talento ancora inespresso: stiamo parlando di Marco Cecchinato, palermitano dal passato tribolato per motivi extra-tennistici, che quest’anno è riuscito nell’impresa di raggiungere la top 20 della classifica ATP e di concludere la stagione proprio in ventesima posizione, a distanza di pochissimi punti dalla diciassettesima posizione occupata dall’argentino Diego Sebastián Schwartzman. L’azzurro è riuscito ad ottenere questo incredibile risultato grazie alla storica semifinale raggiunta al Roland Garros dopo una straordinaria vittoria ai quarti contro un Novak Djokovic in netta ripresa, nonché alle vittorie conquistate sulla terra rossa nei tornei ATP di Budapest ed Umago. Cecchinato, inoltre, ha dimostrato di essere in netto miglioramento anche sul cemento, superficie verso cui non ha mai nutrito particolare interesse ma sui cui, data la sua posizione in classifica, dovrà riuscire ad esprimersi al meglio.

Dopo anni di sofferenza i tifosi azzurri in questa stagione sono finalmente riusciti a togliersi delle belle soddisfazioni. L’impressione è che nei prossimi anni la situazione non possa fare altro che migliorare, anche considerato che non solo Fognini e Cecchinato, ma anche Berrettini, sembrano aver raggiunto quella consapevolezza nei propri mezzi che permetterà loro di raggiungere traguardi sino a qualche anno fa inimmaginabili.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui