/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Fc Bari, Colantuono e la Vigilia ad Ascoli: "Diamo continuità ai risultati"

Fc Bari, Colantuono e la Vigilia ad Ascoli: "Diamo continuità ai risultati"

La decisione di giocare tra Natale e Capodanno non crea problemi al tecnico che sottolinea: "E' il nostro lavoro"

"Per un salto di qualità bisogna dare continuità a quanto di buono fatto fino ad oggi”. Ha le idee chiare Stefano Colantuono, alla vigilia della trasferta di Ascoli, penultima partita del 2016. Ha risposto così a chi gli chiedeva se fosse d’accordo con la decisione della Lega B di seguire il modello inglese e non fermare il campionato durante le festività natalizie. “Accetto con serenità questo turno, non potrei fare altrimenti. Per chi fa questa professione è così. Giorni di riposo? Il 26 dicembre saremo di nuovo in campo ad allenarci, altro che ferie”. 

Quella contro i bianconeri sarà una sfida che avrà un sapore particolare per il tecnico.“Ho parenti ad Ascoli, veri e propri ultras della squadra marchigiana". Battute a parte, sarà importante ripetere in trasferta le buone prestazioni registrate fra le mura amiche. E non sarà facile visto il grande stato di forma degli avversari che arrivano da quattro risultati utili consecutivi e mirano a proseguire in casa la striscia positiva. Anche se il tecnico vorrebbe che si parlasse poco del confronto rendimento casa-trasferta perché ai fini della classifica finale, secondo lui, conta poco.

Tornando alla partita di domani, l’Ascoli è una squadra che Colantuono conosce bene. “Sono tanti i giocatori interessanti, fra cui Riccardo Orsolini, il bomber Cacia e l’esterno Giorgi che ho già allenato ai tempi dell’Atalanta”. Quello che scenderà in campo sarà un Bari che, nonostante il rientro di molti calciatori dai turni di squalifica, deve fare i conti ancora con qualche infortunio. “Abbiamo ancora alcune defezioni, non so se riusciremo a recuperare Di Cesare e Scalera”.

Per quanto riguarda invece l'imminente periodo di calciomercato, Colantuono ha glissato l'argomento. “Sono concentrato sulle gare contro Ascoli e Spal. Al momento - continua il tecnico - sono orgoglioso dei ragazzi che ho attualmente a disposizione". Infine un'ultima battuta sul rendimento di Maniero. “Riccardo non è problema. Deve continuare così, perché anche se non segna fa giocare bene la squadra”.

 

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.