Home Sport Fc Bari, Capradossi: “Gennaio? Ancora non ci penso. Chiudiamo l’anno alla grande”

Fc Bari, Capradossi: “Gennaio? Ancora non ci penso. Chiudiamo l’anno alla grande”

Il 20enne difensore in conferenza stampa: contro l’Avellino potrebbe arrivare ancora il suo turno

{loadposition debug}

“L’emergenza legata agli indisponibili non deve essere una scusante o un motivo per buttarci giù. Al contrario, bisogna dimostrare compattezza e ancor più cattiveria del solito”. Elio Capradossi è carico, e pronto a sfruttare la chance di una maglia da titolare: il Bari conta diversi indisponibili in difesa, e le scelte di Colantuono sembrano obbligate. “Se il mister deciderà di mandarmi in campo farò il possibile per ripagare la sua fiducia. Spero di sfruttare questa e le altre occasioni che avrò a disposizione. Giocare a tre o a quattro in difesa non fa differenza. Ho scelto di venire qui per crescere: di certo scendere in campo aiuta, ma anche quando non gioco sono tranquillo e fiducioso. Mantengo sempre alta la concentrazione in attesa di dare una mano alla squadra”.

Le dichiarazioni del suo procuratore su un possibile addio a gennaio hanno intimorito i tifosi: “Ho giocato quattro partite, forse poche, ma non mi abbatto. Gennaio è ancora lontano, ci sono tre partite da vincere adesso. Sono sereno, qui la concorrenza è tanta: in squadra ci sono difensori molto forti ed esperti, secondo me abbiamo la difesa migliore del campionato. Cerco di rubare qualcosa da Moras, Di Cesare e Tonucci, per completarmi il più possibile”.

A Roma, squadra dove è cresciuto e ha vinto il campionato Primavera, c’è qualcuno in particolare con cui ha legato: “Quando mi sono infortunato Kevin Strootman mi ha dato una grande mano. Anche lui stava recuperando dallo stesso problema al ginocchio, il suo sostegno psicologico è stato determinante. Dalla Roma mi chiama a volte anche Balzaretti, che adesso fa il dirigente e si occupa dei calciatori in prestito: mi ha fatto i complimenti per le mie prestazioni. E poi non smetterò mai di ringraziare mister Alberto De Rossi, uno che coi giovani ci sa davvero fare: ho passato più di tre anni con lui in Primavera e mi ha permesso di crescere tanto come calciatore”.

Capradossi dedica l’ultima battuta ai tifosi, rivolgendo loro un appello: “Per vincere contro l’Avellino avremo bisogno di tutto il supporto della tifoseria. Spero che sabato il San Nicola sia gremito”.  

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo