/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Fc Bari, Capradossi: "Gennaio? Ancora non ci penso. Chiudiamo l'anno alla grande"

Fc Bari, Capradossi: "Gennaio? Ancora non ci penso. Chiudiamo l'anno alla grande"

Il 20enne difensore in conferenza stampa: contro l'Avellino potrebbe arrivare ancora il suo turno

"L'emergenza legata agli indisponibili non deve essere una scusante o un motivo per buttarci giù. Al contrario, bisogna dimostrare compattezza e ancor più cattiveria del solito". Elio Capradossi è carico, e pronto a sfruttare la chance di una maglia da titolare: il Bari conta diversi indisponibili in difesa, e le scelte di Colantuono sembrano obbligate. "Se il mister deciderà di mandarmi in campo farò il possibile per ripagare la sua fiducia. Spero di sfruttare questa e le altre occasioni che avrò a disposizione. Giocare a tre o a quattro in difesa non fa differenza. Ho scelto di venire qui per crescere: di certo scendere in campo aiuta, ma anche quando non gioco sono tranquillo e fiducioso. Mantengo sempre alta la concentrazione in attesa di dare una mano alla squadra".

Le dichiarazioni del suo procuratore su un possibile addio a gennaio hanno intimorito i tifosi: "Ho giocato quattro partite, forse poche, ma non mi abbatto. Gennaio è ancora lontano, ci sono tre partite da vincere adesso. Sono sereno, qui la concorrenza è tanta: in squadra ci sono difensori molto forti ed esperti, secondo me abbiamo la difesa migliore del campionato. Cerco di rubare qualcosa da Moras, Di Cesare e Tonucci, per completarmi il più possibile".

A Roma, squadra dove è cresciuto e ha vinto il campionato Primavera, c'è qualcuno in particolare con cui ha legato: "Quando mi sono infortunato Kevin Strootman mi ha dato una grande mano. Anche lui stava recuperando dallo stesso problema al ginocchio, il suo sostegno psicologico è stato determinante. Dalla Roma mi chiama a volte anche Balzaretti, che adesso fa il dirigente e si occupa dei calciatori in prestito: mi ha fatto i complimenti per le mie prestazioni. E poi non smetterò mai di ringraziare mister Alberto De Rossi, uno che coi giovani ci sa davvero fare: ho passato più di tre anni con lui in Primavera e mi ha permesso di crescere tanto come calciatore".

Capradossi dedica l'ultima battuta ai tifosi, rivolgendo loro un appello: "Per vincere contro l'Avellino avremo bisogno di tutto il supporto della tifoseria. Spero che sabato il San Nicola sia gremito".  

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.