/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Fc Bari, Colantuono si presenta: "Una squadra da playoff ma il tempo stringe. Partiamo dal 4-3-3"

Fc Bari, Colantuono si presenta: "Una squadra da playoff ma il tempo stringe. Partiamo dal 4-3-3"

L'allenatore non ha potuto rifiutare Bari. Ecco il suo progetto e il messaggio a Stellone. 

"C'è da rimboccarsi le maniche perché il tempo stringe". Appare determinato Stefano Colantuono alla sua prima conferenza stampa. Davanti al ds Sean Sogliano e al presidente Cosmo Giancaspro, ha voluto mandare subito un messaggio a Stellone. "Roberto è un buon allenatore e un bravo ragazzo. Si rimetterà in pista, questi sono solo incidenti di percorso. Noi allenatori siamo sempre l’anello debole di questo ambiente e siamo i primi a pagare".

E proprio tra i problemi che hanno riguardato l'ex allenatore del Bari, da poco esonerato, quello relativo al modulo di gioco. Argomento che Colantuono ha voluto chiarire dall'inizio, specificando che "l'importante per la società è fare punti e ai vertici non interessa come possono arrivare. Inizierò comunque con il 4-3-3, vediamo se poi ci sarà da cambiare qualcosa. Il discorso del modulo conta poco. Bisogna però capire che il campionato non si vince a dicembre, bisogna avere pazienza e attenzione. Al momento siamo in ritardo ma la classifica non è bruttissima. Siamo a quattro punti dai playoff, punti che possono diventare tanti se non ci rimettiamo in gioco. Dobbiamo avere voglia di fare, iniziando a vincere dalla prossima".

Tutto questo, al netto di ciò che sancirà il terreno di gioco, perché gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo. "C’è la potenzialità per raggiungere le prime posizioni ma poi il campionato lo può decidere un palo, una traversa o altri fattori. Io cerco di trasmettere la mia idea di gioco e il nostro dovere, insieme, è di dare un senso diverso a quello che è stato dato fino ad oggi". 

Sui motivi che lo hanno portato a scegliere Bari, ha poi continuato. "Adesso sono nella società più importante d’Italia, perché io ora lavoro qui. Non mi interessa la categoria, altrimenti non sarei venuto. Ho lavorato in posti importanti ma ci sono tante piazze minori molto più affascinanti".

"Ecco i miei concetti chiave - conclude Colantuono - intensità, aggressività e concentrazione. E devono essere espressi con spirito di abnegazione. Chiaramente capiterà di giocare male o di perdere ma nel caso dobbiamo soffrire da squadra, tutti uniti. Sono concetti base sui quali stiamo lavorando. Iniziamo a dare gas. Strada facendo il quadro sarà più chiaro e ci regoleremo di conseguenza. Se dovremo intervenire sul mercato, sceglieremo giocatori consoni al progetto, non tanto per cambiare faccia. Sempre se ce ne sarà bisogno".

 

Seguici su Facebook!

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.