/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Fc Bari, ecco Suagher il cattivo: "Mi ispiro a Terry e Materazzi. San Nicola da pelle d'oca"

Fc Bari, ecco Suagher il cattivo: "Mi ispiro a Terry e Materazzi. San Nicola da pelle d'oca"

Tre gravi infortuni al crociato del ginocchio destro. A Pisa prima, poi Carpi e Atalanta. E sempre nel momento migliore di una carriera ancora troppo breve. Emanuele Suagher ha voglia di ripartire e dare un calcio alla sfortuna. "Stare lontano dai campi non è mai bello - spiega il difensore- ma ho una voglia matta di ricominciare, dimostrare il mio valore. Forse l'unico rimpianto è non aver esordito con l'Atalanta di Gasperini. Ma adesso sto bene, ho ripreso ad allenarmi intensamente e non vedo l'ora di iniziare questa nuova avventura". Nessun dubbio sulla scelta, Suagher ha voluto fortemente Bari. "Una piazza prestigiosa - prosegue - che merita la serie A. Da avversario non vi nascondo che al momento dell'inno mi è venuta la pelle d'oca, una tifoseria così ti carica. Adesso tocca a noi meritare sul campo il loro affetto. Obiettivo? La promozione. Diretta o attraverso i playoff cambia poco". A Carpi lo chiamavano il Ministro della difesa. Per autorità e cattiveria. "Presi nove cartellini gialli in dieci partite - scherza Suagher - non sono certo un tipo tranquillo. Non è un caso che i miei idoli siano Terry e Materazzi". Sul modulo nessuno preferenza. "Posso giocare sia in una difesa a tre che a quattro, nessun problema. Ma fatemi prima convincere il mister a darmi una maglia da titolare".     

 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.