/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Terza categoria, l’Acquaviva accusa: pugno in faccia a nostro calciatore. Ma per il Palo è “normale scontro di gioco”

Terza categoria, l’Acquaviva accusa: pugno in faccia a nostro calciatore. Ma per il Palo è “normale scontro di gioco”

Campionato di terza categoria, in campo il Calcio Palo contro la Football Acquaviva. La gara termina in parità, due a due, trascinandosi dietro strascichi polemici.

 

 

E' la Football Aquaviva attraverso la propria pagina facebook a denunciare il gioco violento del Palo, in particolare un pugno che avrebbe colpito un proprio tesserato: "Davide Laneve è in ospedale ma sta bene. Domani si sottoporrà ad ulteriori accertamenti ma dovrebbe cavarsela con un occhio nero e un brutto spavento. Il pugno in pieno viso subito dopo 5' di gioco che lo ha costretto ad abbandonare il campo, però, quello non lo dimenticherà facilmente! Sulla vergognosa violenza andata in scena questa Società ancora una volta si affida alla buona fede di chi era lì per giudicare. Prendiamo atto ancora una volta di essere usciti dall'impianto scortati dalle forze di polizia e sentendoci dire che chi commette tali vergogne è un SIGNORE!"

 

 

Immediata la risposta di Nicla Sogiorno, Presidente A.S.D.Calcio Palo: "Alla partita ero presente e non mi sembra tutto corretto quello che scrive. Che ci siano stati degli scontri di gioco è giusto,ma affermare che siete stati scortati dalla Polizia mi sembra assurdo perchè solo lei lo ha visto. Mi dispiace che in un giorno di pace si debba arrivare a tanta cattiveria. Se non era uno scontro di gioco allora anke l'arbitro e il commissario di campo non hanno visto? Auguro buona guarigione al ragazzo. Quindi chiedo cortesemente di calmare gli animi e da bravi sportivi quali siamo di giocare correttamente e stringerci la mano come persone adulte".

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.