Home Apertura Calcio, il Bari trionfa nel derby Playoff: 3-1 al Foggia con gol...

Calcio, il Bari trionfa nel derby Playoff: 3-1 al Foggia con gol di Marras e doppietta di D’Ursi

Il Bari vince, convince e passa alla fase successiva dei playoff dopo aver regolato al San Nicola i conti nel derby con il Foggia grazie a un netto 3-1. Funziona la cura Auteri e il tecnico siciliano può essere ben lieto di aver restituito una identità ai biancorossi, rigenerati dal 3-4-3 e dalla ritrovata vena di D’Ursi e Antenucci.

L’avvio è di marca barese con una occasionissima per D’Ursi che avvia un monologo di Di Cesare e compagni. Il vantaggio arriva al 25′ con Marras servito da Rolando (rete dedicata al compagno di squadra Minelli, fermato dal post Covid). Il raddoppio giunge con una spettacolare combinazione di Antenucci per il cecchino D’Ursi (il lancio iniziale è di De Risio).

La reazione dei dauni si traduce in un unico diagonale di Balde. Nella ripresa il Foggia inizia con più intensità e i cambi di Marchionni danno la scossa: al 7′ De Jenno accorcia le distanze, ma all’11’ D’Ursi segna il terzo gol del Bari grazie un delizioso destro a giro.

Il Foggia reagisce e al 15′ Balde va vicino alla marcatura con una conclusione di poco alta sulla traversa. La mezzora finale è, invece, senza ulteriori brividi. I pugliesi tornano in campo per la prossima gara delle finali promozioni domenica 23 maggio.

“Ho avuto buone sensazioni in allenamento, lo avevo detto – ha dichiarato a fine partita mister Auteri – Dobbiamo solo fare meno errori e continuare ad avere lo stesso atteggiamento fino alla fine. Ma ci siamo, abbiamo fatto un’ottima gara, siamo tornati quelli di prima. Ora andiamo avanti così. Abbiamo un’identità, i ragazzi sanno cosa fare. Bisogna applicare dei criteri, a volte lo abbiamo fatto ma possiamo ancora migliorare. D’Ursi ha fatto due gol importanti ma Antenucci oggi è stato stratosferico. Ha giocato per gli altri e arriveranno anche i gol giocando così. La settimana in più ci è servita perché abbiamo potuto recuperare alcuni calciatori, ora si gioca ogni 3 giorni ma sappiamo cosa fare per andare avanti. Siamo motivati. Ci siamo mossi bene, l’avevamo preparata così e abbiamo giocato con intensità. Una vittoria giusta, la partita non è mai stata in discussione. Ora resettiamo e cerchiamo nuovi segnali positivi perché più si andrà avanti e più saranno duri gli avversari. Cianci non era in condizione e avrebbe rischiato una ricaduta, ho preferito preservarlo. Questo è un gruppo solidale che ha senso di appartenenza. Di Cesare aveva accusato solo un affaticamento muscolare, ma niente di grave”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui