/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Fc Bari, Colantuono allontana l’esonero: “Quando capisco che le cose non vanno tolgo il disturbo da solo”

Fc Bari, Colantuono allontana l’esonero: “Quando capisco che le cose non vanno tolgo il disturbo da solo”

La sconfitta rimediata al San Nicola contro il Verona porta il Bari nella parte destra della classifica ma Stefano Colantuono allontana l’ipotesi esonero, illustra la propria posizione in merito e spiega i contenuti del colloquio tenuto a fine partita con Giancaspro e Sogliano.

“Ho parlato con presidente e diesse per definire al meglio i dettagli della trasferta di Salerno – dice l’allenatore -. Torniamo in campo fra tre giorni e non vogliamo lasciare niente al caso. Non c’è altro, ve lo assicuro. Se avessi avuto dubbi sulla mia posizione all’interno dello spogliatoio avrei tolto il disturbo da solo, senza pesare sulle casse della società. Io e il mio staff siamo venuti qui perché la piazza ci piace: né per soldi né per gloria personale. Quando sono arrivato è stato chiesto di togliere la squadra da una posizione di classifica scomoda e di provare a raggiungere i playoff. L’obiettivo è ancora alla portata”.

“Possiamo rimetterci in corsa – continua l’allenatore -. Da qui alla fine del campionato può succedere di tutto. Al momento non siamo fortunatissimi ma non deve essere un fattore attenuante: dobbiamo invece essere bravi a far girare la fortuna dalla nostra parte. Siamo ancora vivi, fidatevi. In queste cinque partite possiamo ancora agganciare il treno playoff. Le sorti di un campionato possono cambiare in due gare, figuriamoci in cinque. Guai a non crederci”.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.