/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Fc Bari, Floro Flores risponde alle critiche: "Valutatemi solo come calciatore. I playoff? Non bisogna pensare alle vacanze"

Fc Bari, Floro Flores risponde alle critiche: "Valutatemi solo come calciatore. I playoff? Non bisogna pensare alle vacanze"

“Qualcuno ha dubitato del mio infortunio. Accetto critiche come calciatore ma non mettete in discussione l’uomo che sono”. Antonio Floro Flores non le manda a dire ad alcuni tifosi. L’attaccante biancorosso è tornato in conferenza stampa per esprimersi in merito alla situazione che sta vivendo in quest’ultimo periodo, non solo dal punto di vista professionale. “A me piace molto parlare sui social e rispondere ai sostenitori. Capisco il loro rammarico e il dolore per quello che sta succedendo ma giuro sui miei figli che per questa storia sono stato davvero male. Sappiate che, comunque, ho già dato disponibilità a presidente e direttore per l’anno prossimo. Io a Bari sto benissimo”.

 

“Questa squadra ha bisogno di me e di Brienza – ha sottolineato il centravanti - Chi mi conosce bene sa che affondo con la barca come successo ad Arezzo. Sono venuto qui con un entusiasmo mai visto”. Critiche a parte, l’infortunio di Floro Flores lo terrà lontano dai campi fino alla penultima giornata di campionato. “Ho provato ad affrettare i tempi ma ho avuto una ricaduta. Spero di rientrare dalla prossima in casa. Mi sono curato a Udine dal mio fisioterapista, come da accordi con la società, perché lui si occupa di rimettermi in sesto da dieci anni”.

 

L’attaccante napoletano si è poi soffermato sulle intenzioni della società biancorossa. La speranza di raggiungere e disputare i playoff. “Negli ultimi anni vanno avanti le squadre che hanno un progetto importante ma in serie B si vince con l'organizzazione. È meglio avere la qualità ma bisogna dare tempo a questa società di fare qualcosa di bello. Stanno cercando di organizzarsi al meglio. Il mio sogno è ancora di vedere il San Nicola pieno di gente. Sono venuto qui anche per questo”. Ma, come lui stesso ha ammesso, “questa è una piazza in cui ci vuole personalità per giocare. Bisogna fare un po' di autocritica. L’ambiente barese non merita la B ma bisogna sopportare le critiche e uscire gli attributi”.

 

Infine il futuro. Il cartellino di Floro Flores è di proprietà del Chievo Verona ma lui vorrebbe ripartire dal Bari. “A 34 anni è anche ora. So che non sarà facile ma ho già dato la massima disponibilità per rimanere qui. Adesso, però, è il momento di non nascondersi. Bisogna fare mea culpa. Solo così possiamo arrivare ai playoff. Ma se non vediamo l’ora che finisca il campionato o che si sia già in vacanza allora non si va da nessuna parte”.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.