/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Fc Bari, promossi e bocciati dopo il ritiro di Bedollo: Improta e Galano i migliori. Flop Raicevic

Fc Bari, promossi e bocciati dopo il ritiro di Bedollo: Improta e Galano i migliori. Flop Raicevic

Si è chiuso tra luci e ombre il ritiro precampionato del Bari a Bedollo. E la sensazione che ci sia ancora tanto da fare. Buono l'impatto di Fabio Grosso con il gruppo. L’ex tecnico della primavera della Juventus ha in testa un’idea di calcio ambiziosa: costante ricerca del possesso palla, tocchi rapidi e veloci, riconquista alta e un continuo movimento con e senza palla. Ai suoi calciatori chiede soprattutto di partecipare attivamente alla manovra offensiva, di non forzare mai la giocata e attendere l’attimo giusto per colpire. Una squadra coraggiosa e che sappia comandare il gioco. Adesso toccherà alla società mettere a disposizione di Grosso gli interpreti giusti per esaltare la sua idea di calcio. Soprattutto innalzando il livello di qualità nella zona nevralgica del campo, con l’acquisto di un regista e di una mezzala dai piedi buoni. E rinforzando il reparto arretrato con un difensore forte e di personalità.

 

Promossi e bocciati

Tra i giocatori in maggiore evidenza due nomi su tutti: Riccardo Improta e Cristian Galano. L’esterno offensivo napoletano ha chiuso il ritiro di Bedollo con sei reti all’attivo, l’ultima nell’amichevole di venerdì scorso contro il Trento. Ma gol a parte, Improta ha dimostrato di aver le caratteristiche giuste per esaltarsi nel 4-3-3 disegnato da Fabio Grosso: tagli verso il centro, attacco della profondità e ricerca dell’uno contro uno. Determinazione e fame. Dopo una stagione non particolarmente esaltante con la maglia della Salernitana (30 partite, due reti) Improta è chiamato al definitivo salto di qualità. Una certezza Cristian Galano, tre gol in questo precampionato e blindato a più riprese dal presidente Cosmo Giancaspro. L’attaccante foggiano ha iniziato il ritiro al massimo, presentandosi in perfetta forma e deliziando i tifosi biancorossi con giocate di assoluta qualità. Per nulla distratto dal corteggiamento del Foggia, Galano cerca l'anno della definitiva consacrazione. Tra le note positive segnaliamo il solito Micai, Tello, Busellato, Basha e Montini. Senza dimenticare Franco Brienza, in continua crescita. I bocciati? Su tutti Raicevic, lento e impacciato. E poi il Bari delle seconde linee. I vari Cassani, Moras, Greco, Salzano, Martinho e Furlan non hanno convinto Fabio Grosso e sono ai margini del progetto. Così come il giovane Scalera. Non tutti resteranno. Al direttore sportivo Sogliano il compito di cercare loro una destinazione. Giudizio sospeso su Floro Flores che sta svolgendo un programma personalizzato per presentarsi al meglio al via del campionato.

 

La squadra domani si ritroverà in sede in vista del debutto in Tim Cup, domenica sera al San Nicola contro il Parma. E sempre lunedì il presidente Cosmo Giancaspro dovrebbe lanciare la nuova campagna abbonamenti. Martedì sera in programma la presentazione della squadra ai tifosi a Pane e Pomodoro.

 

Mercato

Vivo l’interesse per Fiamozzi, terzino destro di proprietà del Genoa. Per il ruolo di centrale difensivo piace il polacco Salamon del Cagliari. La stessa società sarda potrebbe invece decidere di trattenere il giovane regista argentino Colombatto, finito anche nel mirino del Perugia. In uscita Maniero vicinissimo al Novara, Romizi diretto verso Vicenza.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.