/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Galano all'ultimo respiro stende il suo Foggia: derby vinto e primo posto in classifica. Tifosi da serie A

Galano all'ultimo respiro stende il suo Foggia: derby vinto e primo posto in classifica. Tifosi da serie A

Come in un film. A decidere il derby con il Foggia non poteva che essere lui, Cristian Galano, un foggiano. E proprio all'ultimo respiro. Una rete, la decima per il Robben di Puglia, arrivata al termine di una azione da manuale del calcio, passata dai piedi fatati dei tre tenori, Brienza, Floro Flores e Galano. L'unica maniera per avere la meglio su un Foggia scorbutico e arroccato per lunghi tratti nella propria metà campo. Derby vinto e Bari in solitaria in testa alla classifica. Da primato anche i tifosi biancorossi. Una curva nord da brividi, record stagionale di presenze e coreografia spettacolare. Per un pomeriggio da sogno. "Siamo felici per la vittoria - le parole di Grosso - non era una gara facile. Un grazie soprattutto ai nostri tifosi, sono di categoria superiore. Abbiamo avuto la grande bravura di crederci sino alla fine. Continuiamo così". A fine gara anche le parole di Galano: "Contento per il gol e la vittoria, dispiaciuto per aver fatto gol alla squadra della mia città. Felici del primato ma non dobbiamo mollare? La rete? Un'azione da play station" 

 

Al San Nicola si respira aria da Serie A. Oltre trentamila gli spettatori sugli spalti e record stagionale di presenze. Spettacolare la coreografia predisposta dai Seguaci della Nord. Fabio Grosso conferma l'undici vittorioso a Novara: Micai in porta, Anderson, Tonucci, Gyomber e Fiamozzi in difesa, Tello, Basha e Petriccione a centrocampo, Galano, Cissè e Improta in attacco. Problemi di formazione per Stroppa. In porta il giovane Tarolli, classe 97, al posto dell'infortunato Guarna. Assente anche Mazzeo, al centro dell'attacco c'è Beretta. In campo anche gli ex Camporese e Fedato. Circa duemila i tifosi foggiani al seguito. Arbitra il signor La Penna di Roma. 

 

Inizio di gara equilibrato. Il Bari prova a fare la partita, il Foggia si difende con ordine. In campo si avverte però la tensione del derby, poche emozioni dopo i primi venticinque minuti di gioco. Il primo tentativo verso la porta di Tarolli porta la firma di Improta, destro dai venti metri terminato di poco a lato. Ma il match stenta a decollare. Troppi errori in fase di palleggio sia da una parte che dall'altra. E il Bari prova a sbloccarla da palla inattiva: calcio d'angolo di Galano e colpo di testa di Improta che va a sbattere contro il palo esterno a Tarolli ormai battuto. L'occasione sblocca mentalmente gli uomini di Grosso. Pochi minuti dopo bravo Petriccione a rubare palla a Vacca e lanciare Cissè, impreciso nella conclusione con il destro. La risposta del Foggia è tutta in un sinistro di Fedato alto sulla traversa, favorito da un pericoloso svarione di Tonucci. E il primo tempo si chiude sul punteggio di zero a zero. 

 

L'inizio di secondo tempo ricalca quanto visto nel primo, ritmi bassi e poche emozioni. E Grosso dopo dieci minuti si gioca la carta Brienza, fuori Basha. Squadra in campo con il 4-2-3-1. Il cambio produce subito un'occasionissima per i biancorossi: magia di Galano per Brienza, inserimento perfetto in area di rigore e destro che termina di pochissimo a lato. In campo anche Floro Flores per Cissè. Stroppa risponde con Chiricò al posto di Calderini e Fedele per Agnelli. Il Bari spinge, il Foggia si difende. E nel tentativo di fermare Floro Flores, Coletti si becca il secondo cartellino giallo. Rossoneri costretti a giocare in inferiorità numerica gli ultimi dieci minuti di gara. Nell'assalto finale in campo anche Nenè per Fiamozzi, Grosso le prova tutte per vincere il derby. E all'ultimo respiro arriva il gol del Bari: Brienza inventa per Floro Flores, pallone in area e gol sotto misura di Galano. Un segno del destino. Tocca proprio a lui, foggiano, decidere il derby. Non esulta per rispetto della sua città, ma a fine gara può esplodere la festa del San Nicola. 

 

 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.